News Finanza Indici e quotazioni Wall Street futures confermano voglia di rimonta: Dow Jones +270 punti, Nasdaq +1,5%

Wall Street futures confermano voglia di rimonta: Dow Jones +270 punti, Nasdaq +1,5%

Futures Usa in solido rialzo dopo che Wall Street ha terminato la scorsa settimana in calo.

Verso le 13.30 ora italiana, i futures sul Dow Jones balzano di oltre 270 punti, +0,84%, quelli sullo S&P 500 avanzano dell’1,10%, mentre i futures sul Nasdaq salgono dell’1,5% circa.

La settimana appena passata si è conclusa in rosso per i principali indici azionari della borsa Usa: in particolare, il Dow Jones ha perso su base settimanale lo 0,9%, scendendo per la nona settimana delle ultime dieci, mentre lo S&P 500 e il Nasdaq Composite hanno ceduto rispettivamente l’1,2% e l’1%, in rosso per l’ottava settimana delle ultime nove.

Venerdì scorso, dal fronte macroeconomico degli Stati Uniti, è stato reso noto il report occupazionale di maggio, che ha messo in evidenza una crescita di 390.000 nuovi posti di lavoro, confermando i timori di chi crede che la Fed di Jerome Powell continuerà a essere aggressiva sul fronte dei tassi.

“Per ora, il mercato vede una Fed che sta cercando di districarsi in un sentiero doloroso e accidentato, allo stesso tempo cercando una via d’uscita facile – ha commentato alla Cnbc Quincy Krosby, chief equity strategist di LPL Financial – E il mercato si trova tra il voler credere nelle fasi di rally e il non credere che la Fed riesca ad assicurare un soft landing”.

“Per gli investitori, il secondo semestre del 2022 sarà come essere sulle montagne russe, a meno che la Fed non sia capace di far scendere l’inflazione senza un hard landing – ha commentato anche Peter Essele, responsabile della divisione di gestione di portafoglio presso Commonwealth Financial Network – La maggior parte degli investitori sembra

puntare su uno scenario crash-and-burn in questo momento, con i timori sull’avvento di una recessione che abbondano”.

Ma oggi c’è da dire, l’azionario Usa riesce a trovare spunti per la rimonta.

I tassi sui Treasuries a 10 anni sono in calo al 2,952%.