Nuovo tonfo petrolio: timori COVID scatenano sell off da -6%, WTI buca $20

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Laura Naka Antonelli

30 marzo 2020 - 06:48

MILANO (Finanza.com)

Ennesimo sell off sui mercati petroliferi, con il petrolio Brent che cede quasi il 6% a $23,50 e il petrolio WTI che scivola del 4,65%, a $20,51 al barile. Il petrolio continua a scontare il peggioramento dell'outlook dell'economia globale dovuto alle ripercussioni del coronavirus. Nelle ore precedenti è andata anche peggio, con il WTI capitolato fino a $19,92. In un'intervista rilasciata al Sole 24 Ore, Paolo Scaroni, Deputy Chairman at Rothschild & Co ed ex amministratore delegato di Eni, ha detto di ritenere che un calo dei prezzi sia plausibile, considerando il rischio che continui la guerra dei prezzi tra Arabia Saudita e Russia, con gli Stati Uniti che continuano a produrre petrolio a tutta velocità.

"Ho sempre in mente la copertina dell'Economist di maggio 1999 – ormai sono passati vent'anni – in cui si immaginavano prezzi sotto 5 dollari al barile. Oggi credo che non sia impossibile che il petrolio scenda a 10-15 dollari", ha detto l'attuale presidente del Milan.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Ultime dai Blog


Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: info@browneditore.it