Effetto shock Archegos su Wall Street, Morgan Stanley -3%. Petrolio giù dopo rimozione Ever Given

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Laura Naka Antonelli

29 marzo 2021 - 16:09

MILANO (Finanza.com)

Lo shock dell'hedge fund Archegos si fa sentire anche a Wall Street: voltili quelle azioni che sono state vittime della liquidazione forzata delle posizioni detenute dall'hedge fund americano Archegos Capital.

Il Dow Jones cede lo 0,16% a 33.019 punti, lo S&P 500 arretra dello 0,51% a 3.954, mentre il Nasdaq perde lo 0,81% a 13.032 punti.

La liquidazione forzata del portafoglio di Archegos è avvenuta dopo che il fondo gestito da Bill Hwang ha fatto default su alcune margin call richieste da banche sue finanziatrici, come Goldman Sachs, Morgan Stanley, Nomura, Credit Suisse.

Nomura è crollata alla borsa di Tokyo del 15% mentre Credit Suisse segna un tonfo superiore a -13%. Goldman Sachs riduce le perdite, mentre Morgan Stanley arretra di oltre -3%.

Tra i titoli colpiti dal pesante sell off di venerdì scorso a causa della liquidazione forzata dell'hedge fund, Discovery è in lieve ripresa mentre ViacomCB fatica ancora a recuperare terreno.

Le azioni di entrambe le società erano capitolate del 27% ciascuna.

Sul Dow Jones, Boeing è in rialzo del 3% dopo la notizia relativa alla decisione di Southwest Airlines di aggiungere altri 100 ordini aventi per oggetto il 737 Max del colosso aerospaziale. I primi 30 jet dell'ordine verranno consegnati nel 2022.

I 737 Max di Boeing erano stati lasciati a terra dopo lo schianto dell'aereo Ethiopian Airlines, nel 2019, seguìto a quello, qualche mese prima a fine 2018, avvenuto in Indonesia, del Lion Air. I due incidenti hanno provocato la morte di 346 persone.

Negli ultimi mesi le autorità dell'aviazione di alcune aree come Usa, Europa e altre hanno concesso al gigante il permesso di far tornare a volare i suoi 737 Max.

Attenzione ai prezzi del petrolio, in ribasso dopo la notizia della rimozione della nave cargo Ever Given, lunga 400 metri, che è rimasta incagliata nel canale di Suez per una settimana circa.

L'autorità del Canale di Suez ha comunicato che la rotta della nave è stata corretta per l'80% e che si procederà a ulteriori manovre quando il livello del mare salirà verso la fine della giornata.

Ever Given è una nave con una capacità di 20.000 container e da 200.000 tonnellate, che si è incagliata martedì scorso entrando nel canale di Suez dal Mar Rosso.

Petrolio sotto pressione, con il WTI che scende dello 0,87% a $60,44 al barile e il Brent che fa -0,88% a $$64 al barile.

Vai alle quotazioni di:

Notizie su CREDIT SUISSE AG

Notizie su VIACOM INC CLASS A

Notizie su NOMURA HOLD

Notizie su MORGAN STANLEY

Notizie su BOEING COMPANY

Notizie su DISCOVERY COMMUNICATIONS INC SERIES A

Notizie su GOLDMAN SACHS GROUP INC

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967