Referendum: vittoria del sì, penalizzate le utilities attive nel comparto idrico

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Luca Fiore

13 giugno 2011 - 17:17

MILANO (Finanza.com)

Deboli a Piazza Affari i titoli delle società di pubblica utilità attive nel comparto idrico. Tramite la consultazione referendaria i cittadini hanno deciso di abolire l'art. 23 bis della 133/2008, relativo alla privatizzazione dei servizi pubblici di rilevanza economica, ed il comma 1 dell'art. 154 del Decreto Legislativo 152/2006 che stabilisce che la tariffa per il servizio idrico è determinata tenendo conto “dell’adeguatezza della remunerazione del capitale investito”. A Piazza Affari a pochi minuti dalla chiusura dei listini Acea perde 1 punto e mezzo percentuale scendendo a 7,275 euro, Hera lascia sul campo lo 0,45% a 1,541 euro ed Iren quota di poco sopra la parità (+0,16%) a 1,253 euro.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967