Finanza Indici e quotazioni Piazza Affari cauta con Europa in attesa di Fed e dazi Usa. Cnh giù dopo dimissioni Ceo

Piazza Affari cauta con Europa in attesa di Fed e dazi Usa. Cnh giù dopo dimissioni Ceo

Dopo un timido tentativo di rimbalzo, Piazza Affari si sgonfia e si muove poco sopra la parità. L’indice Ftse Mib ha aperto in rialzo per poi rallentare e segnare a circa un’ora dall’avvio un +0,19% in area 22.676 punti. Poco mosse anche le altre Borse europee, con Francoforte e Parigi che segnano rispettivamente un +0,14% e un +0,09%. Più tonica Londra che, dopo essere stata la più penalizzata ieri con il rialzo della sterlina in scia all’accordo preliminare sulla Brexit, oggi sale dello 0,26%. Intanto nell’area Asia-Pacifico l’azionario si è mosso in territorio negativo, penalizzato dai cali di Wall Street ieri sera. La Borsa di Tokyo ha chiuso questa mattina con una flessione dello 0,47 per cento.

Gli investitori si muovono cauti in attesa della riunione della Federal Reserve, che inizia oggi e culmina domani con le decisioni sui tassi. Apprensione anche per le misure protezionistiche previste dall’amministrazione Usa, con i dazi annunciati da Trump che dovrebbero entrare in vigore venerdì 23. Nell’attesa i mercati seguono i dati macro in agenda oggi: è previsto l’indice tedesco Zew, l’inflazione in Gran Bretagna e l’aggiornamento sul sentiment dei consumatori dell’Eurozona.

Tornando a Piazza Affari, male Cnh Industrial che con un ribasso di quasi il 2% scivola sul fondo del listino principale, dopo aver annunciato le dimissioni di Richard Tobin dalla carica di amministratore delegato del gruppo. Il consiglio di amministrazione ha già nominato Derek Neilson ceo ad interim e ha fatto sapere che “procederà all’individuazione di un nuovo ceo”. In testa al paniere principale invece sale Buzzi Unicem con un salto di citrca 1 punto percentuale (+0,80%). Bene anche le banche, con Intesa e Unicredit che guadagno circa un punto percentuale. In controtendenza Banca Carige che prosegue la sua discesa, segnan do un -1,2% dopo il forte calo di ieri di oltre il 6%. In moderato rialzo A2A (+0,3%) nel giorno dell’annuncio dei conti 2017 e dell’aggiornamento del piano industriale.

Tra le altre storie, tonica Astaldi (+1,6%) sostenuta dalla notizia della vittoria di una gara per l’estensione della metropolitana di Varsavia. In evidenza anche Mondo Tv con un balzo del 4%. Il gruppo dei media ha fatto sapere di aver avviato la fase di studio per la realizzazione di un parco divertimenti a tema in Cina.