Borsa Tokyo chiude piatta, azionario con il fiato sospeso nel Fed Day. Futures Usa ingessati

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Laura Naka Antonelli

17 marzo 2021 - 07:35

MILANO (Finanza.com)

L'indice Nikkei della borsa di Tokyo ha chiuso la sessione odierna con una variazione di appena -0,02%, a 29.914,33 punti, in attesa dell'annuncio della Federal Reserve, in calendario nella giornata di oggi (19 circa ora italiana).

Le parole che il numero uno Jerome Powell proferirà durante la conferenza stampa successiva all'annuncio dei tassi (che i mercati scontano inchiodati allo zero) determineranno il sentiment dell'azionario e dell'obbligazionario mondiale per i prossimi giorni/settimane.

Mai come negli ultimi mesi la Fed si confermerà così market mover: cruciali soprattutto le nuove stime sul Pil e sull'inflazione Usa, in un contesto in cui il reflation trade - scatenato dal timore di un brusco aumento dell'inflazione negli States - ha provocato per settimane la rotazione dai titoli growth ai titoli value, a danno del comparto hi-tech.

Massima attenzione al dot plot, il documento in cui ogni trimestre gli esponenti della Fed indicano quali saranno i livelli che, a loro avviso, i tassi di interesse testeranno nel breve, medio e lungo termine. Considerata la recente impennata dei tassi decennali sui Treasuries, che hanno scontato i timori degli investitori su un improvviso brusco aumento dell'inflazione, i mercati penderanno letteralmente dalle labbra della Fed, in particolare da quanto emergerà dal comunicato della Fed o da cosa dirà il presidente Jerome Powell. Secondo alcuni economisti interpellati, potrebbero emergere segnali sull'intenzione della Fed di aumentare i tassi dallo zero nel 2023. Allo stesso tempo, alcuni esponenti potrebbero suggerire un aumento dei tassi già a partire dal prossimo anno.

I Treasuries Usa sono in calo, con i rendimenti decennali che viaggiano sui massimi da più di un anno, oltre l'1,62%, mentre i futures Usa sono per lo più piatti, dopo la chiusura incerta di Wall Street alla vigilia. Ieri il Dow Jones Industrial Average ha perso 129 punti (-0,4%), a 32.825,95 punti; lo S&P 500 ha ceduto lo 0,2% dopo aver testato un nuovo record intraday e ha chiuso a 3.962,71, mentre il Nasdaq Composite è salito dello 0,1% a 13.471,57 punti.

Tra le altre borse asiatiche, Shanghai piatta con +0,07%, Hong Kong -0.05%, Sidney in calo dello 0,47%, Seoul -0,65%.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Ultime dai Blog


Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967