Edilizia: in Italia Pmi costruzioni a un passo da muro 50 a novembre. Fiducia con incentivi e vaccini

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Daniela La Cava

4 dicembre 2020 - 11:34

MILANO (Finanza.com)

Gli ultimi dati Pmi hanno segnalato un notevole rallentamento del tasso di contrazione dell’attività edile italiana. In particolare, stando ai dati diffusi da Ihs Markit, l'indice totale dell’attività edile è aumentato da 48,1 di ottobre sino a raggiungere a novembre 49,8. "Laddove è stata registrata una contrazione, è stata comunemente attribuita ai disagi causati dalla pandemia da Covid-19", precisano gli esperti.

"Guardando avanti, conseguentemente agli incentivi governativi e le promettenti notizie sul vaccino che l’ottimismo, le imprese edili italiane sono rimaste fiduciose che l’attività dei prossimi 12 mesi sarà maggiore - spiega Lewis Cooper, economista di Ihs Markit -. Con le misure restrittive che nel frattempo si intensificano, l’ottimismo riportato è però crollato al livello più basso in sei mesi a causa delle preoccupazioni sull’effetto delle restrizioni e sull’impatto della pandemia sull’economia in senso lato".

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Finanza.com è un allegato di Finanzaonline, periodico telematico reg. Trib. Roma
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967