Cina: Pmi manifatturiero al record del 2021, ma alert inflazione con rialzo prezzi materie prime

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Laura Naka Antonelli

30 aprile 2021 - 07:14

MILANO (Finanza.com)

Nel mese di aprile, l'indice Pmi manifatturiero della Cina stilato da Caixin-Markit è salito a 51,9 punti, meglio dei 50,9 punti attesi dal consensus. Il dato ha confermato la fase di espansione, in quanto superiore ai 50 punti, linea di demarcazione tra fase di contrazione - valori al di sotto - e di espansione dell'attività economica - valori al di sopra. L'indice, in rialzo dai precedenti 50,6 punti, ha testato il record del 2021.

Dal sondaggio è emerso che le aziende manifatturiere cinesi hanno aumentato la forza lavoro per la prima volta in cinque mesi. L'outlook per il resto dell'anno è peggiorato ma rimane molto positivo.

Detto questo Wang Zhe, senior economist du Caixin Insight Group, ha avvertito che "l'aumento dei prezzi delle materie prime -dunque commodities - e l'inflazione importata dovrebbero limitare le scelte politiche e diventare il principale ostacolo a una ripresa sostenuta dell'economia".

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967