News Finanza Dati Macroeconomici Inflazione europea, domani il test: occhi su Bce e su velocità con cui procederà a rialzo tassi

Inflazione europea, domani il test: occhi su Bce e su velocità con cui procederà a rialzo tassi

Dopo gli aggiornamenti arrivati oggi dall’inflazione spagnola e da quella tedesca (in accelerazione e oltre le attese nella lettura preliminare di maggio) si attende domani l’inflazione europea, con il mercato che pronostica un leggero rallentamento rispetto ad aprile. “L’interrogativo principale per i mercati è la velocità con cui la Bce procederà al rialzo dei tassi e dove si posizionerà il tasso di policy entro la fine dell’anno”. È quanto emerge dalle ‘riflessioni settimanali’ del team strategie di credito globale di Algebris che si sofferma anche sulle recenti parole del presidente della Banca centrale europea (Bce), Christine Lagarde. Quest’ultima ha segnalato la possibilità che i tassi siano in “territorio positivo” entro la fine del terzo trimestre.

“Il dibattito principale tra gli economisti è se un rialzo dei tassi nell’UE sia giustificato, in quanto, a differenza degli Stati Uniti, l’inflazione dell’UE è prevalentemente guidata dal lato dell’offerta, con un significativo rallentamento del mercato del lavoro”, affermano da Algebris che ritengono che la Bce debba almeno portare i tassi al di sopra dello 0, dato che la politica monetaria ultra-accomodante non è più giustificabile e in modo tale che la BCE abbia alcuni strumenti per combattere le crisi future.