Finanza Dati Bilancio Mondo Facebook continua a macinare utili, cresce la platea di utenti ma si inasprisce lotta contro fake news

Facebook continua a macinare utili, cresce la platea di utenti ma si inasprisce lotta contro fake news

Facebook continua a macinare utili e vedere crescere la sua platea di utenti. Ma si inasprisce la lotta contro le fake news, tanto che il re dei social network annuncia di voler investire somme sempre più cospique che potrebbero minare la redditività del gruppo.

Nel terzo trimestre dell’anno Facebook ha riportato un utile netto di 4,7 miliardi di dollari, ossia 1,59 dollari per azione, in aumento del 79%. Una performance migliore delle attese, con gli analisti che avevano stimato 1,28 dollari per azione. Ha battuto le stime anche il fatturato, salito (+47%) per la prima sopra la barra dei 10 miliardi a 10,33 miliardi di dollari, contro i 9,85 miliardi attesi dal consensus. A sostenere i risultati la continua crescita della pubblicità, soprattutto da mobile. I ricavi da pubblicità, che costituiscono la quasi totalità del fatturato del gruppo californiano, sono aumentati del 49%, a un ritmo più rapido rispetto al trimestre precedente ma leggermente più lento dell’anno prima. Infine, un altro elemento rassicurante per gli investitori è stata la crescita della platea di utenti. Gli utilizzatori attivi giornalieri sono saliti del 16% a 1,37 miliardi di persone.

A preoccupare però è la lotta intrapresa da Facebook contro le fake news, dopo che il social network è stato coinvolto in un giro di notizie false durante la campagna presidenziale statunitense. “La nostra comunità continua a crescere e la nostra attività sta facendo bene, ma vogliamo essere molto seri sulle misure da prendere per prevenire l’abuso della nostra piattaforma”, ha dichiarato il fondatore e numero uno di Facebook, Mark Zuckerberg, in occasione dell’annuncio dei risultati trimestrali. Su questo fronte il social network intende dunque impegnare nei mesi a venire somme massicce da investire soprattutto in sicurezza.

Nel solo terzo trimestre, le spese sono cresciute del 34% a 5,2 miliardi di dollari. Nel 2018 il gruppo prevede di aumentare ulteriormente gli investimenti del 45-60% rispetto al 2017. Tenuto conto che il gruppo stesso si aspetta un rallentamento continuo della crescita del fatturato, è possibile che questi investimenti importanti abbiano un impatto netto negativo sui margini operativi di Facebook nel prossimo futuro.