Wall Street: previsto avvio piatto, preoccupano Cina e Brexit

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Aspettando il dow

14 marzo 2019 - 14:12

MILANO (Finanza.com) I futures sugli indici statunitensi sono poco mossi, suggerendo un avvio di seduta piatto per Wall Street. A circa mezz'ora dalla partenza, il contratto sul Dow Jones è fermo con uno 0%, quello sull'S&P500 segna un +0,06% e il future sul Nasdaq sale dello 0,13%. Ieri i listini americani hanno chiuso in rialzo, con il Nasdaq e l'S&P500 che hanno segnato nuovi massimi dell’anno. Ancora appesantito da Boeing invece l’indice Dow Jones dopo che ieri anche Usa e Canada si sono uniti agli altri Paesi nel bloccare i voli dei MAX 8 e 9.

Gli investitori oggi si muovono cauti dopo le notizie giunte dal fronte macro della Cina, che confermano il rallentamento in atto. La produzione industriale cinese è salita del 5,3% su base annua, riportando il tasso di crescita più debole degli ultimi 17 anni. Sul fronte internazionale pesano poi le parole del presidente Usa, Donald Trump, che ha detto di "non avere fretta" a concludere un accordo commerciale con la Cina. Attenzione sempre alta sulla Brexit, con il Parlamento inglese che oggi torna a votare sull'opzione dell'estensione dell'Articolo 50. Nei giorni scorsi Westminster ha detto ancora no al deal di Theresa May e ieri ha bocciato l'opzione no-deal Brexit.

Dal fronte macro oggi è atteso il report mensile dell'Opec. Ieri è giunto un ennesimo dato che conferma l’assenza di spinte di inflattive. Dopo il dato sui prezzi al consumo, anche i prezzi alla produzione hanno decelerato scendendo al minimo da giugno 2017. Sono invece risultati migliori delle attese gli ordini di beni durevoli di gennaio, tali da portare la Fed di Atlanta a rivedere al rialzo le stime sul Pil del primo trimestre allo 0,4% dallo 0,2%.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login
Dove andrà il Bitcoin alla fine del 2021?
crollerà a 10mila euro
sfonderà quota 100mila euro
salirà intorno ai 70mila euro
rimarrà intorno ai 40-50mila euro

Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967

Finanza.com_notizie