Wall Street: previsto avvio in deciso calo dopo risposta Cina

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Aspettando il dow

5 agosto 2019 - 14:42

MILANO (Finanza.com) I futures sugli indici statunitensi si muovono in deciso ribasso, facendo presagire un avvio di seduta negativo per Wall Street che si prepara così ad iniziare la nuova ottava con nuovi cali. A circa un'ora dlala partenza il contratto sul Dow Jones cede l'1,33%, quello sull'S&P500 cede l'1,42% e il future sul Nasdaq segna una flessione dell'1,92%.

A pesare sui mercati è la rinnovata tensione commerciale tra Stati Uniti e Cina. In particolare la decisione della Cina di permettere la svalutazione del renmimbi contro il dollaro, in risposta al tweet di Donald Trump in cui ha annunciato nuovi su 300 miliardi di dollari di beni cinesi a partire da settembre. La valuta è crollata sotto la soglia dei 7 renmimbi per dollaro per la prima volta dalla crisi finanziaria globale. Mantenere l’ancoraggio della divisa era visto come una prerogativa chiave per un qualsiasi successo nei negoziati commerciali tra le due super potenze economiche.

La Cina ha deciso inoltre di bloccare le importazioni di prodotti agricoli statunitensi. Secondo il quotidiano cinese People’s Daily, la mossa di Trump avrebbe “violato una tregua” e questo metterebbe in difficoltà anche i colloqui con la Corea del Nord.

Non tarda ad arrivare la risposta di Trump. “La Cina ha abbassato il prezzo della sua valuta a un minimo quasi storico. Si chiama 'manipolazione valutaria'. Federal Reserve, stai ascoltando? Questa è una grossa violazione che nel tempo indebolirà notevolmente la Cina", ha scritto il presidente americano in un tweet, tornando a puntare il dito contro la Cina e contro la Federal Reserve (Fed).

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login
Dove andrà il Bitcoin alla fine del 2021?
crollerà a 10mila euro
sfonderà quota 100mila euro
salirà intorno ai 70mila euro
rimarrà intorno ai 40-50mila euro

Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967

Finanza.com_notizie