Wall Street: prevista partenza positiva, si torna a guardare al fronte Usa-Cina

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Aspettando il dow

9 gennaio 2020 - 14:38

MILANO (Finanza.com) I futures sugli indici statunitensi si muovono in territorio positivo, facendo presagire una partenza in rialzo per Wall Street che si prepara così ad ampliare i recenti guadagni. A circa un'ora dall'avvio il contratto sul Dow Jones sale dello 0,31%, quello sull'S&P500 segna un +0,28% e il future sul Nasdaq avanza dello 0,45% dopo che ieri l'indice tecnologico ha chiuso su nuovi massimi storici.

L'attenzione degli investitori si sposta dal fronte Stati Uniti-Iran, dove i venti di guerra si placano, a quello Stati Uniti-Cina, dove giungono dettagli incoraggianti riguardanti l'accordo di fase 1 sul commercio, raggiunto a dicembre. Secondo quanto ha riportato il Wall Street Journal, il Ministero del commercio cinese ha ufficializzato che il prossimo 13 gennaio una delegazione si recherà a Washington per la firma dell'intesa. Si tratta della prima volta, dopo le dichiarazioni del presidente americano Donald Trump, che dalla Cina si fa riferimento alla firma a gennaio. La data prevista sarebbe il prossimo 15 gennaio.

La notizia aiuta gli investitori a distogliere lo sguardo sull'altro fronte caldo, quello Usa-Iran. Il sentiment di mercato è migliorato anche grazie alle ultime dichiarazioni di Trump che ieri sera ha calmato le acque facendo sapere che "nessun americano è stato ferito nel corso del raid", contrariamente a quanto ha affermato la stampa iraniana, che ha parlato di 80 terroristi americani uccisi, e che il "danno è stato minimo". A suo avviso, Teheran starebbe abbassando inoltre per prima i toni, cosa che lui stesso, sembra, sarebbe disponibile a fare, visto che "Abbiamo missili, non c'è bisogno di usarli" e che "Gli Stati Uniti sono pronti alla pace con qualsiasi paese la cerchi". Nella notte, due razzi Katyusha sono caduti tuttavia nella Green Zone di Baghdad, dove ci sono diverse ambasciate tra quella americana. Nessuna vittima, stando a quanto riportano i media principali.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Annunci pubblicitari

Dopo la buona performance del 2019, l'indice Ftse Mib cosa farà nel 2020?
scenderà a 20.000 punti
rimarrà stabile intorno a 24.000 punti
salirà intorno a 26.000
schizzerà ai 30.000

www.finanza.com è gestito e mantenuto da T-Mediahouse s.r.l, Società sottoposta ad attività di direzione e coordinamento di Triboo S.p.A.
Sede legale e operativa: Viale Sarca 336, Edificio 16, 20126 Milano (MI), P. IVA, C.F. e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi 06933670967

Finanza.com_notizie