Wall Street: futures in calo, focus su relazioni Usa con Cina e Corea del Nord

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Aspettando il dow

28 febbraio 2019 - 12:45

MILANO (Finanza.com) I futures sui principali indici statunitensi si muovono sotto la parità, suggerendo un avvio di seduta in calo per Wall Street. A circa tre ore dal suono della campanella, il contratto sul Dow Jones segna un ribasso dello 0,20%, quello sull'S&P500 cede lo 0,26% e il future sul Nasdaq perde lo 0,40%. A pesare sul mercato l'epilogo dell'incontro in Vietnam tra il presidente americano Donald Trump e il leader nordcoreano Kim Jong-un, conclusosi senza un accordo. Il governo Usa ha fatto sapere che l’oggetto della discordia è stata la richiesta di rimozione delle sanzioni e che non ci sono al momento in programma ulteriori incontri.

Il mancato accordo porta immediatamente la mente degli operatori ai colloqui con la Cina. In un intervento alla Camera, il rappresentante al Commercio Usa Robert Lighthizer ha affermato che la Cina deve impegnarsi di più a risolvere le tensioni commerciali con gli Stati Uniti, e che l'acquisto da parte di Pechino di una maggiore quantità di prodotti americani non basta a siglare un'intesa tra le controparti. Nei giorni precedenti, i mercati avevano esultato per l'annuncio di Trump relativo alla decisione di rinviare l'aumento di dazi doganali previsto per beni cinesi per un valore di 200 miliardi di dollari, inizialmente fissato per l'1 marzo. Trump aveva parlato di "progressi significativi", mostrandosi ottimista sulla possibilità di raggiungere un'intesa con la Cina.

Dal fronte macro, oggi attenzione al dato sul Pil statunitense relativo al quarto trimestre del 2018, dopo che più volte la sua pubblicazione è stata rimandata a causa dello shutdown.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login
Dove andrà il Bitcoin alla fine del 2021?
crollerà a 10mila euro
sfonderà quota 100mila euro
salirà intorno ai 70mila euro
rimarrà intorno ai 40-50mila euro

Finanza.com è una testata giornalistica registrata. Registrazione tribunale di Milano n. 829 del 26/11/2004
© Finanza.com 1999-2020 | T-Mediahouse - P. IVA 06933670967

Finanza.com_notizie