iShares quota un ETF Pir compliant su mid e small cap di Piazza Affari

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Titta Ferraro

4 settembre 2017 - 16:45

MILANO (Finanza.com)

iShares ha quotato oggi su Borsa Italiana un ETF che offre agli investitori retail un accesso ai titoli di società quotate italiane di piccola e media capitalizzazione. L’iShares FTSE Italia Mid-Small Cap UCITS ETF (IPIR) replica il FTSE Italia PIR Mid Small Cap, indice costruito per riflettere i requisiti della nuova legge italiana sui vantaggi fiscali legati ai “Piani Individuali di Risparmio” (PIR), se l’investimento è mantenuto per almeno 5 anni.



L'ETF permette un’esposizione trasparente e diversificata ad oltre 150 società di piccola e media capitalizzazione del mercato azionario italiano, con l’esclusione di società appartenenti al settore immobiliare o costituite fuori dall’Italia. In particolare, l’universo investibile del fondo è costituito per l’86% da titoli di società “mid cap”, mentre le “small cap” rappresentano il restante 14% dei componenti dell’indice di riferimento. Il FTSE Italia PIR Mid Small Cap è un indice a rendimento totale netto, vale a dire che i dividendi netti dei titoli da cui è composto sono reinvestiti al netto delle eventuali imposte applicabili.



Il fondo è a replica fisica, ovvero acquista i titoli che compongono l'indice, e ha un TER dello 0,33%. “Nell’ambito del continuo processo di innovazione prodotti – commenta Emanuele Bellingeri, Responsabile iShares per l’Italia - l’ETF IPIR amplia la gamma passiva di BlackRock di soluzioni funzionali all’investimento sul mercato azionario italiano. Si tratta di uno strumento rivolto ai gestori che intendono costruire soluzioni a misura di PIR, sostenendo l’economia reale e il mondo delle PMI e incentivando al contempo il risparmio di lungo periodo. Gli ETF possono essere strumenti ideali per la costruzione di portafogli PIR grazie all’efficienza a livello di costi e alla possibilità di un’ampia e trasparente diversificazione all'interno di una classe di attivi potenzialmente volatile”.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Gestori

Aberdeen Asset ManagementAcomeAAgoraAllianz Global Investor
AlpiAmundi GroupAnimaArca
Aviva Investors Global ServicesAxaBanca del CeresioBanca Esperia
Banca Finnat EuramericaBanca Pop Emilia RomagnaBanca ProfiloBlackRock
BNY Mellon Asset ManagementCandriamConsultinvestCredit Suisse
Credito EmilianoDeutsche Asset ManagementErselFidelity International
Finanziaria internazionaleFondacoFranklin Templeton InvestmentsGesti-re
Groupama Asset ManagementGruppo AzimutGruppo Banca CarigeGruppo Banca Sella
Gruppo bancario Veneto BancaGruppo Banco PopolareGruppo BNP ParibasGruppo Credito Valtellinese
Gruppo GeneraliGruppo MediolanumGruppo MontepaschiGruppo Ubi Banca
Gruppo UnicreditHedge InvestIccreaIng Investment Management
Intesa SanPaoloInvescoJanus Capital GroupJP Morgan Asset Management
Kairos PartnersKempen Capital ManagementLa Francaise AMLemanik Asset Management
M&G InvestmentsMorgan StanleyNextam PartnersNN Investment Partners
NordeaPensplan InvestPictet Asset ManagementPoste Italiane
Raiffeisen Capital ManagementSchrodersSkandiaSociete Generale Sa
SoprarnoState Street Global AdvisorsTages Capital GroupTendercapital Funds
Threadneedle InvestmentsUbsUnipolVegagest
Vontobel Asset ManagementZenit (Pfm)

Associazioni

AbiAcepiAipb
AnasfApfAscosim
Assiom ForexAssogestioniAssoreti
Efpa Nafop

Reti

Allianz BankAzimutBanca Fideuram
Banca GeneraliBanca Popolare MilanoBca Popolare di Vicenza
Bnl-gruppo BNPClarisNetCredito Emiliano
Finanza & FuturoFinecoMediolanum
Ubi BancaWidiba

F Risparmio & Investimenti

Eventi finanza


Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]