Hedge Fund pronti a utilizzare a piene mani gli ETF

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Titta Ferraro

24 luglio 2017 - 13:05

MILANO (Finanza.com)

Oltre nove professionisti senior su 10 che operano nel settore degli hedge fund si aspettano un aumento nel volume degli Exchange Traded Funds (ETF) usati dagli hedge fund entro la fine del 2017. E' quanto emerge da un recente studio commissionato da Source, uno dei principali fornitori di ETF in Europa.

In media, i professionisti degli hedge fund prevedono che i volumi aumenteranno a $55 miliardi entro la fine dell’anno, a fronte dei circa $44 miliardi della fine del 2016, e quasi un quinto di loro (19%) stima che il dato potrebbe superare i $70 miliardi. La ricerca evidenzia che, in media, gli interpellati prevedono che il volume raggiunga i $100 miliardi entro l’inizio del 2021.

Secondo i due terzi degli intervistati (66%), la motivazione fondamentale per l’utilizzo degli ETF nelle strategie di hedge fund sono i bassi costi di detenzione e le poche commissioni di gestione. Tra gli altri motivi citati troviamo un’eccellente liquidità (64%); l’accesso agevolato all’esposizione di settore (46%); la capacità di fare trading sugli scambi (46%); la gamma sempre più estesa di ETF (42%); e la flessibilità sulle posizioni lunghe e corte (42%).

Oltre la metà (53%) degli interpellati ha affermato di credere che un numero sempre maggiore di hedge fund (specie quelli più piccoli) utilizzeranno gli ETF per ridurre spese e costi, diventando così più competitivi.

“I gestori di hedge fund sono investitori sofisticati ed è chiaro che siano sempre più convinti dei vantaggi degli ETF come strumenti convenienti per eseguire le loro strategie", commenta Stefano Caleffi, direttore della copertura italiana per Source. "La domanda da parte degli hedge fund - aggiunge Caleffi - è sempre più importante e prevediamo che continuerà ad aumentare, dato che gli ETF svolgono un ruolo sempre più centrale nelle strategie d’investimento”.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Gestori

Aberdeen Asset ManagementAcomeAAgoraAllianz Global Investor
AlpiAmundi GroupAnimaArca
Aviva Investors Global ServicesAxaBanca del CeresioBanca Esperia
Banca Finnat EuramericaBanca Pop Emilia RomagnaBanca ProfiloBlackRock
BNY Mellon Asset ManagementCandriamConsultinvestCredit Suisse
Credito EmilianoDeutsche Asset ManagementErselFidelity International
Finanziaria internazionaleFondacoFranklin Templeton InvestmentsGesti-re
Groupama Asset ManagementGruppo AzimutGruppo Banca CarigeGruppo Banca Sella
Gruppo bancario Veneto BancaGruppo Banco PopolareGruppo BNP ParibasGruppo Credito Valtellinese
Gruppo GeneraliGruppo MediolanumGruppo MontepaschiGruppo Ubi Banca
Gruppo UnicreditHedge InvestIccreaIng Investment Management
Intesa SanPaoloInvescoJanus Capital GroupJP Morgan Asset Management
Kairos PartnersKempen Capital ManagementLa Francaise AMLemanik Asset Management
M&G InvestmentsMorgan StanleyNextam PartnersNN Investment Partners
NordeaPensplan InvestPictet Asset ManagementPoste Italiane
Raiffeisen Capital ManagementSchrodersSkandiaSociete Generale Sa
SoprarnoState Street Global AdvisorsTages Capital GroupTendercapital Funds
Threadneedle InvestmentsUbsUnipolVegagest
Vontobel Asset ManagementZenit (Pfm)

Associazioni

AbiAcepiAipb
AnasfApfAscosim
Assiom ForexAssogestioniAssoreti
Efpa Nafop

Reti

Allianz BankAzimutBanca Fideuram
Banca GeneraliBanca Popolare MilanoBca Popolare di Vicenza
Bnl-gruppo BNPClarisNetCredito Emiliano
Finanza & FuturoFinecoMediolanum
Ubi BancaWidiba

F Risparmio & Investimenti

Eventi finanza


Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]