Immobili: investimento immobiliare legato sempre più ad attrattività turistica città

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Daniela La Cava

11 settembre 2017 - 17:04

MILANO (Finanza.com)

L’investimento immobiliare è legato sempre più all’attrattività turistica della città. Ed è in crescita il numero di chi acquista un immobile per affittarlo ai turisti, spesso dopo averlo trasformato in B&B. Un trend messo in evidenza dall'ufficio studi di Tecnocasa. Realtà come Firenze e Roma avevano già anticipato questa tendenza, in particolare nel centro storico del capoluogo toscano dove il fenomeno è talmente cresciuto negli ultimi anni da “spostare” la domanda di locazione residenziale in altre aree della città. Un fenomeno che adesso sembra essere agli albori anche in altre realtà italiane. Tra queste, in particolare, si segnalano Napoli, Verona e Palermo. Nel capoluogo campano la domanda ad uso investimento è salita in tre anni dal 28% al 41%. Presente, ma in modo non ancora evidente, anche a Palermo, dove nel centro storico si realizzano numerosi investimenti immobiliari con questa finalità. Un trend che potrebbe, tuttavia, rafforzarsi: la città siciliana è stata designata capitale della cultura per il 2018 e alcune statistiche sugli arrivi dei turisti stranieri in Italia la segnalano come meta tra le più amate da quelli europei.
Focus anche su Verona, città da sempre molto amata dai turisti, italiani e non, con una richiesta che si concentra soprattutto nel centro storico. A Roma, che aveva anticipato la tendenza col Giubileo, questo tipo di domanda immobiliare si concentra nelle zone intorno ai siti turistici più importanti. E proprio dalla città eterna iniziano ad arrivare i primi cambiamenti di trend: l’offerta di B&B aumenta e i proprietari per rendere più appetibile il loro immobile stanno puntando a migliorare l’offerta dal punto di vista qualitativo, non solo a livello di servizi offerti ma anche a livello di finiture e caratteristiche degli immobili.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Annunci pubblicitari

Calcolatori

calcolatori auto fondi obbligazioni casa Rata mutuo

Sondaggi

Intesa ci ripensa: niente integrazione con Generali. Ora cosa succede?
Intesa ha fatto bene per i suoi azionisti
Generali può continuare benissimo da sola
Arrivera' OPA da altri big UE
Intesa ci ripenserà
Non so non rispondo

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]