Scheda ETF

Nome: db x-trackers Russell 2000 UCITS ETF (Prospective DR)

Dati principali

Nome: db x-trackers Russell 2000 UCITS ETF (Prospective DR)
Sottostante: Russell 2000 Index
Mercato di riferimento: Azionario Usa
Emittente: DB x-trackers
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 174,86 EUR   Data: 14.12.2018   Massimo (giorno): 174,88   Minimo (giorno): 174,59

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,45%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
Il db x-trackers Russell 2000 UCITS ETF (Prospective DR) replica passivamente il rendimento dello Russell 2000 Index composto dalle 2000 società a minore capitalizzazione che sono incluse nel Russell 3000 Index. L'ETF prevede la capitalizzazione dei dividendi.
Sintesi:
Investimento su 2000 azioni di società a media e piccola capitalizzazione presenti del mercato statunitense.
Indice sottostante:
Il Russell 2000 Index è una sottoclasse del Russell 3000 Index che rappresenta circa il 10% della capitalizzazione di mercato totale di tale indice. Esso include circa 2000 tra i titoli più piccoli, sulla base di una combinazione della loro capitalizzazione di mercato e dell’appartenenza attuale all’indice. Il Russell 2000 è costruito in modo da offrire un barometro completo e imparziale delle società a bassa capitalizzazione ed è ribilanciato completamente ogni anno per assicurare che i titoli a capitalizzazione maggiore non distorcano la performance e le caratteristiche della classe delle small cap vere e proprie.
Strategia:
Questo ETF intende replicare l'andamento dell'indice Russell 2000, che misura la performance del segmento di società a minore capitalizzazione nell’universo di titoli azionari USA. Lo strumento consente quindi l'accesso a un universo di titoli altrimenti non raggiungibili attraverso gli usuali strumenti che investono sui titoli a maggiore capitalizzazione. I titoli presenti nel paniere sono caratterizzati da un livello di rischio maggiore rispetto a quelli con maggiore capitalizzazione, ma anche da maggiori possibilità di rendimento.
Fattori di rischio:
L’investitore è sottoposto al rischio di cambio visto che il prezzo dello strumento è calcolato in euro mentre l’indice sottostante è determinato nella valuta statunitense. Da non sottovalutare inoltre il rischio paese e la volatilità dell’indice sottostante che potrebbero incidere in maniera significativa sulla performance dell’investimento, specialmente se effettuato in ottica di breve periodo.

Sondaggi

Dopo il recente calo delle Borse Usa, cosa succederà a Wall Street?
Ci sarà rotazione settoriale
I titoli tech riprenderanno la corsa
Assisteremo a nuova flessione
Ci sarà una fase di consolidamento
E' il momento per le borse europee

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]