Scheda ETF

Nome: db x-trackers Euro Stoxx 50 Ucits Etf (DR) 1C

Dati principali

Nome: db x-trackers Euro Stoxx 50 Ucits Etf (DR) 1C
Sottostante: Euro Stoxx 50 Index
Mercato di riferimento: Azionario Europa
Emittente: DB x-trackers
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 48,625 EUR   Data: 14.8.2018   Massimo (giorno): 48,81   Minimo (giorno): 48,625

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,09%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
L’obiettivo di investimento dell'ETF è quello di replicare il rendimento dell'Euro Stoxx 50 Index, che rappresenta le 50 principali società per settore di mercato della zona Euro. I proventi maturati dalle azioni relative a questo ETF nel corso dell'anno finanziario verranno automaticamente reinvestiti configurandosi perciò come Etf a capitalizzazione dei proventi. Il fondo è adatto per chi cerca un investimento focalizzato sulle blue chip europee, con una diversificazione medio-bassa.
Sintesi:
Il db x-trackers Euro Stoxx 50 Ucits Etf (DR) 1C è uno strumento adatto a chi cerca un investimento focalizzato sulle blue chip area euro, aziende di grandi dimensioni e fortemente internazionalizzate.
Indice sottostante:
L'indice Euro Stoxx 50 raccoglie i titoli azionari delle 50 principali società per settore di mercato della zona Euro. Le imprese francesi sono quelle più numerose, seguite dalle tedesche e da quelle dei Paesi Bassi. Le fluttuazioni dell'euro, valuta di definizione dell'indice, possono influire su queste aziende. L'indice è un Total Return Index.
Strategia:
Il db x-trackers Euro Stoxx 50 Etf è ideale per effettuare un investimento molto focalizzato. E' adatto alle fasi di espansione economica globale per la preponderante presenza dei titoli finanziari e la forte internazionalizzazione delle imprese in esso contenute. Il legame con la moneta unica lo espone alle oscillazioni dell’euro una cui rivalutazione eccessiva sfavorisce le blue chip dell’area. La copertura settoriale è buona anche se il numero di titoli è basso e concentrato su poche nazioni.
Fattori di rischio:
L'ETF è correlato al ciclo economico, soprattutto alle fasi iniziali con bassi tassi di interesse. Il peso dei titoli finanziari e il maggiore indebitamento medio delle imprese europee fanno sì che i riflessi di incrementi nei tassi di interesse siano negativi. Il fondo risente negativamente dell’aumento di prezzo delle materie prime per l'assenza di società operanti nel settore mentre il peso non trascurabile del comparto energetico lo favorisce in caso di rialzo del prezzo del barile.

Sondaggi

Quale sarà il primo provvedimento economico del governo Conte?
Reddito di cittadinanza
Flat tax
Revisione legge Fornero
Aumento dell'iva
Revisione trattati europei

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]