Scheda ETF

Nome: db x-trackers II MTS Ex-Bank of Italy BOT UCITS ETF 1C

Dati principali

Nome: db x-trackers II MTS Ex-Bank of Italy BOT UCITS ETF 1C
Sottostante: MTS Italy BOT Ex-Bank of Italy
Mercato di riferimento: Titoli di Stato
Emittente: DB x-trackers
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 31,47 EUR   Data: 10.12.2018   Massimo (giorno): 31,475   Minimo (giorno): 31,47

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi -1,15
6 mesi -1,15
12 mesi -1,15
36 mesi -1,16
  val.
Costi gestione annui 0,15%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
Il db x-trackers II MTS Ex-Bank of Italy BOT UCITS ETF 1C misura il rendimento di un portafoglio composto da strumenti del debito pubblico italiano appartenenti alla tipologia dei BOT (Buoni Ordinari del Tesoro), ossia obbligazioni zero-coupon (prive di cedola) con una scadenza massima pari a 12 mesi. L’ETF include tutti i BOT quotati sulla piattaforma MTS e, coerentemente con la natura dei titoli che lo compongono, non distribuisce dividendi. Il TER
annuo è pari a 0,15%.

Sintesi:
Questo Etf ha come obiettivo quello di replicare le evoluzioni della performance dei BOT quotati sulla piattaforma MTS.
Indice sottostante:
L'indice MTS Italy BOT Ex-Bank of Italy include tutti i BOT quotati sulla piattaforma MTS. Il ribilanciamento dell’indice avviene settimanalmente.
Strategia:
Questo Etf è indicato all’investitore che vuole accedere ad un investimento nei titoli di stato italiani, in particolare nella parte corta della curva dei tassi di interesse. Grazie alle caratteristiche intrinseche dello strumento, l’Etf può essere utilizzato per ridurre il rischio complessivo di un portafoglio grazie alla bassa correlazione tra mercato obbligazionario ed azionario. Sebbene lo strumento appaia meno esposto alla dinamica dei tassi rispetto ai titoli obbligazionari a scadenza più lunga, l’investimento risulterà maggiormente premiante se effettuato in fasi di riduzione dei tassi di interesse.
Fattori di rischio:
L’Etf risente negativamente delle fasi caratterizzate da rialzi dei tassi di interesse: risulta poco adatto quindi alle fasi di rafforzamento del ciclo economico internazionale, quando le politiche monetarie delle banche centrali passano da espansive a restrittive.

Sondaggi

Dopo il recente calo delle Borse Usa, cosa succederà a Wall Street?
Ci sarà rotazione settoriale
I titoli tech riprenderanno la corsa
Assisteremo a nuova flessione
Ci sarà una fase di consolidamento
E' il momento per le borse europee

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]