Scheda ETF

Nome: Lyxor UCITS ETF STOXX Europe 600 Telecommunications

Dati principali

Nome: Lyxor UCITS ETF STOXX Europe 600 Telecommunications
Sottostante: Stoxx Europe 600 Telecommunications
Mercato di riferimento: Indici settoriali
Emittente: Lyxor
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 33,68 EUR   Data: 16.11.2018   Massimo (giorno): 33,68   Minimo (giorno): 33,485

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,30%
Armonizzato Si
Dividendo distribuito 1,43 EUR
Data stacco dividendo 6/7/2011
Descrizione e commento:
L’Etf replica l’andamento dell’indice Stoxx Europe 600 Telecommunications, consentendo così un investimento focalizzato sull’intero settore europeo delle telecomunicazioni.
Sintesi:
Il Lyxor UCITS ETF STOXX Europe 600 Telecommunications costituisce un mezzo per effettuare un investimento concentrato sul settore europeo delle telecomunicazioni. Per le sue caratteristiche lo strumento, preferibilmente inserito nell’ambito di un portafoglio più ampio, è da privilegiare sulla base di buone previsioni per l’intera industria o delle stime di una riduzione dei tassi d’interesse in Europa.
Indice sottostante:
L’indice di riferimento è lo Stoxx Europe 600 Telecommunications, composto da azioni europee del settore telecomunicazioni. L’esposizione principale è verso aziende della Gran Bretagna (quasi il 40%), con aziende quali Vodafone e British Telecom tra i 5 titoli più pesanti, seguono poi Spagna, Germania e Francia con i rispettivi operatori nazionali Telefonica, Deutsche Telekom e France Telecom.
Strategia:
L’Etf consente un investimento focalizzato sul settore europeo delle telecomunicazioni. Può quindi rappresentare un efficiente mezzo per assumere posizione sull’intero comparto, in considerazione di previsioni favorevoli per l’intera industria. Rientrano in questo caso le aspettative di una politica monetaria non restrittiva nel Vecchio continente. La maggior parte delle grandi telecom europee è infatti caratterizzata da un elevato livello di indebitamento. Il settore delle telecomunicazioni è considerato usualmente anti-ciclico. Il carattere settoriale dello strumento consente poi di effettuare investimenti sulla base di previsioni per un consolidamento nell’industria.
Fattori di rischio:
Oltre al rischio implicito di mercato, lo strumento, in considerazione della sua denominazione in euro, risulta esposto verso i tassi di cambio con sterlina e franco svizzero. Sostanzialmente ininfluente, invece, l’effetto di variazioni nei tassi di cambio sul business delle società presenti nel paniere, che contabilizzano in euro la quasi totalità di entrate e costi. Variazioni verso l’alto del livello dei tassi d’interesse da parte della Bce renderebbero inoltre maggiormente oneroso il costo del debito per le società appartenenti all’indice. Occorre inoltre considerare che i singoli operatori nazionali sono sottoposti a variazioni regolamentari da parte dei rispettivi governi, che potrebbero condizionare l’andamento dei titoli in Borsa. Il settore è inoltre esposto alla concorrenza di nuove tecnologie, almeno per quanto riguarda il business delle telefonia fissa.

Sondaggi

Dopo il recente calo delle Borse Usa, cosa succederà a Wall Street?
Ci sarà rotazione settoriale
I titoli tech riprenderanno la corsa
Assisteremo a nuova flessione
Ci sarà una fase di consolidamento
E' il momento per le borse europee

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]