Scheda ETF

Nome: iShares Global Infrastructure Ucits ETF

Dati principali

Nome: iShares Global Infrastructure Ucits ETF
Sottostante: Macquarie Global Infrastructure 100
Mercato di riferimento: Azionario Mondo
Emittente: iShares
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 22,665 EUR   Data: 19.10.2018   Massimo (giorno): 22,705   Minimo (giorno): 22,65

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,65%
Armonizzato Si
Dividendo distribuito 0,1871 USD
Data stacco dividendo 23/10/2013
Descrizione e commento:
L’iShares Global Infrastructure Ucits ETF è un fondo, appartenente alla categoria degli azionari globali, che si pone l’obiettivo di replicare, tramite una gestione passiva, l’indice Macquarie Global Infrastructure 100. Si tratta di uno dei sottoindici di comparto Macquarie Global Infrastructure ed è costituito dai 100 titoli delle società mondiali (compresi i mercati emergenti) operanti nel comparto delle infrastrutture e aventi la maggiore capitalizzazione.
Sintesi:
L'iShares Global Infrastructure Ucits ETF è adatto a chi voglia un investimento focalizzato sul comparto delle maggiori aziende globali operanti nel campo delle infrastrutture o desideri diversificare il proprio portafoglio con un comparto considerato aciclico e difensivo per la forte presenza di utility.
Indice sottostante:
L’indice Macquarie Global Infrastructure 100 riunisce le 100 azioni a maggiore capitalizzazione di società attive nel comparto infrastrutture su scala globale. La diversificazione settoriale è molto bassa anche se nel campo delle infrastrutture rientrano sia le società attive nelle costruzioni ingegneristiche sia le utility che operano principalmente nel settore dell’energia o dell’acqua. In ogni caso oltre la metà del peso dell’indice fa capo a società elettriche seguite da gas e acqua (35%). Maggiore la diversificazione a livello di singoli titoli con la sola E.On sopra il 5% di peso sul complessivo dell’indice, seguita da Suez al 3,64% ed Enel l 2,81%. Con riferimento infine alla diversificazione geografica dell’indice, gli Stati Uniti hanno un peso che sfiora il 50% mentre il Regno Unito si attesta al 10%. Rilevante anche il 9% del Giappone e il 4,3% della Francia.
Strategia:
iShares FTSE/Macquarie Global Infrastructure 100 è ideale per chi sia alla ricerca di un investimento focalizzato sul settore delle infrastrutture e con un’elevata presenza di utility. Un comparto tipicamente difensivo e aciclico favorito inoltre dalla forte necessità che di tali dotazioni hanno i Paesi in via di sviluppo. Sebbene le fasi di espansione economica favoriscano le società del comparto per la maggiore disponibilità di risorse dedicabili alla costruzione delle infrastrutture, i titoli sono esposti all’effetto degli incrementi dei tassi di interesse che si verificano solitamente nella fase di maturità del ciclo. Le aziende di questo comparto presentano un grado di indebitamento sopra la media.
Fattori di rischio:
L’iShares Global Infrastructure Ucits ETF ha una debole esposizione al ciclo economico in quanto le dotazioni infrastrutturali continuano a essere prodotte e ammodernate. Ciò è in parte controbilanciato da una sensibile esposizione al rischio di innalzamento dei tassi di interesse. Si tratta infatti di società con un indebitamento mediamente elevato. Il rischio di cambio è presente in quanto oltre due terzi dell’indice sono costituiti da società esterne all’area dell’euro (valuta di definizione dell’ETF). Elevata anche l’esposizione alle variazioni del prezzo di petrolio e materie prime, utilizzate come fattori produttivi dalle imprese operanti nel settore.

Sondaggi

Quali effetti dopo la manovra del Governo che porta il deficit al 2,4%
Il provvedimento viene bocciato dalla Ue
Aumenta lo spread Btp/Bund
Il Governo conferma il provvedimento
Le agenzie di rating tagliano il giudizio
Non cambia nulla sui mercati
Cresce il consenso del Governo

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]