Scheda ETF

Nome: iShares Msci North America Ucits ETF

Dati principali

Nome: iShares Msci North America Ucits ETF
Sottostante: Msci North America
Mercato di riferimento: Azionario Usa
Emittente: iShares
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 43,52 EUR   Data: 18.5.2018   Massimo (giorno): 43,68   Minimo (giorno): 43,47

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,40%
Armonizzato Si
Dividendo distribuito 0,1151 USD
Data stacco dividendo 27/11/2013
Descrizione e commento:
L'iShares Msci North America Ucits ETF mira a replicare l’andamento dell’indice Msci North America e consente quindi l’investimento sui maggiori titoli azionari del mercato americano e canadese.
Sintesi:
L’iShares Msci North America Ucits ETF si pone come strumento ideale per investire sui titoli più importanti del continente nordamericano. A differenza di strumenti simili, l’Etf permette di prendere una limitata posizione anche sul mercato canadese.
Indice sottostante:
L’indice Msci North America è un indice di capitalizzazione (corretta per il flottante) costituito dalle 665 azioni americane e canadesi a maggiore capitalizzazione. I titoli di società statunitensi coprono circa il 95% del portafoglio, mentre quelli di società canadesi la restante parte. Obiettivo dell’indice è raggiungere almeno l’85% della capitalizzazione dei due mercati di riferimento. A livello settoriale le due maggiori esposizioni sono verso i finanziari e i titoli dell’information technology.
Strategia:
Lo strumento permette di diversificare il proprio portafoglio tramite l’investimento nei due maggiori mercati del continente americano. Rispetto a strumenti concorrenti, focalizzati solo sugli Stati Uniti, l’Etf di iShares permette un approccio anche sul mercato canadese. L’etf offre un buon grado di diversificazione sia a livello di singoli titoli, con i primi 5 titoli più pesanti che pesano solo per circa il 10%, che a livello settoriale.r
Fattori di rischio:
Il rischio principale è rappresentato dall’andamento del tasso di cambio tra euro e dollaro. In particolare il rischio è quello di un deprezzamento del dollaro Usa e canadese nei confronti dell’euro. Tuttavia occorre considerare che un minor valore relativo del dollaro si riflette invece positivamente sulla competitività delle merci americane prodotte dalle società comprese nell’indice. Quest'ultimo, comprendendo le maggiori aziende dell’area, è molto legato all’andamento dell’economia. Un aumento dei prezzi di materie prime e petrolio ha generalmente un impatto negativo, mitigato però dall’estensione dell’Etf anche sul mercato canadese, dove sono quotati alcuni dei maggiori operatori dell’industria mineraria.

Sondaggi

Da quali schieramenti sarà composto il nuovo governo?
Centro destra + Centro Sinistra
Movimento 5 Stelle + Lega
Movimento 5 Stelle + Centro Sinistra
Centro destra + Movimento 5 Stelle

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]