Scheda ETF

Nome: iShares Msci Europe Ex Uk Ucits ETF

Dati principali

Nome: iShares Msci Europe Ex Uk Ucits ETF
Sottostante: Msci Europe ex Uk
Mercato di riferimento: Azionario Europa
Emittente: iShares
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 29,6 EUR   Data: 19.10.2018   Massimo (giorno): 29,6   Minimo (giorno): 29,595

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,40%
Armonizzato Si
Dividendo distribuito 0,0185 EUR
Data stacco dividendo 27/11/2013
Descrizione e commento:
L’iShares Msci Europe ex Uk Ucits ETF è uno strumento finanziario nato per replicare fedelmente e attraverso una gestione passiva l’andamento dell’indice Msci Europe ex Uk, indice costituito da oltre 350 titoli delle società più importanti in Europa, escluso il Regno Unito. L’Etf, le cui negoziazioni sul mercato italiano sono iniziate il 25 settembre 2006, nasce per permettere all’investitore di accedere attraverso l’acquisto di un singolo strumento finanziario a un portafoglio dei titoli più importanti e capitalizzati in Europa. Le società che rientrano in questo investimento sono tipicamente caratterizzate da una elevata capitalizzazione, spesso leader di mercato. L’andamento relativamente volatile dell’indice consiglia di acquistare lo strumento con un ottica di investimento di medio o lungo periodo. Viene distribuito un dividendo ogni tre mesi.
Sintesi:
L’iShares Msci Europe ex Uk Ucits ETF permette all’investitore di partecipare al rialzo dei più importanti titoli azionari quotati nelle principali borse europee, ad eccezione del Regno Unito. L’investimento appare sufficientemente diversificato sia a livello geografico sia a livello settoriale. E’ indicato per investimenti di medio/lungo periodo, e risulterà premiante se l’investimento verrà effettuato in periodi di forte e stabile espansione economica.
Indice sottostante:
L'Msci Europe ex Uk é un indice composto da oltre 350 titoli azionari negoziati presso le borse dei paesi non britannici dell’Unione Europea, oltre a Svizzera e Norvegia. Il criterio di assegnazione dell’indice è basato sulla capitalizzazione di mercato; il ribilanciamento avviene su base trimestrale. L’allocazione geografica vede un peso predominante della Svizzera, seguita dalla Francia, Germania, Spagna e poi Italia e Olanda. L’allocazione settoriale vede una posizione predominante dei finanziari, con un peso del 27%, seguiti dagli industriali, dai titoli legati a salute e benessere, da quelli dei produttori di beni di largo consumo.
Strategia:
L'investimento nell’iShares Msci Europe ex Uk è finalizzato a sfruttare le potenzialità e il posizionamento delle maggiori società quotate nel vecchio continente. Lo strumento è caratterizzato da un profilo di rischio medio/alto ed è poco consigliabile per investimenti in ottica di breve periodo. L’Etf appare ben diversificato sia a livello territoriale che a livello di pesi dei singoli titoli, visto che l’azione più presente risulta Total con un peso pari al 2,9%. Lo scenario più favorevole per l’investimento in questo Etf rimane quello di una forte crescita economica a livello europeo, preferibilmente caratterizzata da un basso tasso di inflazione con tassi di interesse decrescenti. E’ bene tenere in considerazione che l’Etf prevede la distribuzione di un dividendo su base trimestrale.
Fattori di rischio:
L’investimento appare complessivamente bilanciato tra titoli ciclici e anticiclici. La dinamica dei tassi di interesse ha complessivamente una rilevanza contenuta: l’investimento è senza dubbio favorito da politiche monetarie espansive. Complessivamente però gran parte delle aziende che rientrano in questo investimento operano su scala multinazionale e non sono caratterizzate da un elevato indebitamento per cui eventuali rialzi dei tassi avranno impatti meno rilevanti rispetto ad altre forme di investimento. L’Etf espone l’investitore domestico ad un rischio di cambio contenuto. La maggiore esposizione rimane nei confronti del cambio euro/franco svizzero.

Sondaggi

Quali effetti dopo la manovra del Governo che porta il deficit al 2,4%
Il provvedimento viene bocciato dalla Ue
Aumenta lo spread Btp/Bund
Il Governo conferma il provvedimento
Le agenzie di rating tagliano il giudizio
Non cambia nulla sui mercati
Cresce il consenso del Governo

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]