Scheda ETF

Nome: BNPP Easy LowVol US UCITS ETF

Dati principali

Nome: BNPP Easy LowVol US UCITS ETF
Sottostante: BNP Paribas Equity Low Vol US TR index
Mercato di riferimento: Azionario Usa
Emittente: BNP Paribas AM
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 119,64 EUR   Data: 23.10.2018   Massimo (giorno): 119,71   Minimo (giorno): 119,58

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,30%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
Il BNPP Easy LowVol US UCITS ETF replica il rendimento dell’indice BNP Paribas Equity Low Vol US tramite l’investimento in azioni emesse da società incluse nell’indice, rispettandone le ponderazioni (replica totale), oppure investendo in un paniere sostitutivo, composto tra l’altro da azioni di società, titoli di debito o liquidità (replica sintetica). Non è prevista distribuzione di dividendi (che vengono accumulati all'interno del fondo).
Sintesi:
Questo ETF consente di prendere posizione sulle maggiori società statunitensi. Le azioni che vengono selezionate tra quelle dell'S&P 500 che presentano minore volatilità consentendo una riduzione del profilo di rischio.
Indice sottostante:
L'indice BNP Paribas Equity Low Vol US è un indice azionario statunitense che misura la performance delle società statunitensi che presentano una bassa volatilità storica. La performance dell'indice comprende i dividendi pagati dalle azioni che compongono l'indice. La composizione dell'indice di riferimento viene riesaminata su base
mensile.
Strategia:
Lo strumento si configura come una valida opportunità per investire su titoli statunitensi a larga capitalizzazione. La strategia "low volatility" permette di ridurre la rischiosità dell'investimento andando a selezionare le azioni dell'S&P 500 con minore volatilità.
Fattori di rischio:
L'investitore domestico deve tenere presente l’effetto cambio. Oltre che con riferimento alla denominazione in dollari dello strumento, occorre infatti considerare che le società appartenenti all’indice producono buona parte dei loro ricavi all’estero, e nel caso di un apprezzamento della divisa americana possono risentire di esportazioni statunitensi che diventano meno convenienti per i consumatori mondiali.

Sondaggi

Quali effetti dopo la manovra del Governo che porta il deficit al 2,4%
Il provvedimento viene bocciato dalla Ue
Aumenta lo spread Btp/Bund
Il Governo conferma il provvedimento
Le agenzie di rating tagliano il giudizio
Non cambia nulla sui mercati
Cresce il consenso del Governo

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]