Scheda ETF

Nome: iShares Stoxx Europe 50 Ucits ETF

Dati principali

Nome: iShares Stoxx Europe 50 Ucits ETF
Sottostante: Stoxx Europe 50
Mercato di riferimento: Azionario Europa
Emittente: iShares
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 31,81 EUR   Data: 14.8.2018   Massimo (giorno): 31,89   Minimo (giorno): 31,81

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,35%
Armonizzato Si
Dividendo distribuito 0,1535 EUR
Data stacco dividendo 23/10/2013
Descrizione e commento:
L’iShares STOXX Europe 50 Ucits ETF è un Etf della categoria azionari Europa che replica l’indice sottostante Dow Jones STOXX 50, costituito dai 50 maggiori titoli per capitalizzazione dell’Unione europea. Si tratta di società di grandi dimensioni e fortemente internazionalizzate. La presenza di società appartenenti ad aree valutarie diverse dall'euro, in particolare sterlina e franco svizzero, rende il prodotto sensibile alle variabili valutarie.
Sintesi:
Uno strumento di investimento adatto a chi voglia investire sui leader di settore europei, con un'ampia copertura settoriale e un discreto grado di diversificazione valutaria.
Indice sottostante:
L’indice Stoxx Europe 50 fornisce una rappresentazione dei leader di settore europei. Ne fanno parte 50 titoli appartenenti alle aree euro e non-euro e all’area della sterlina. Viene rivisto annualmente e presenta una netta prevalenza di titoli britannici che pesano per circa il 34% sul totale. Poco meno del 16% è invece il peso della Svizzera seguita da Francia e Germania. I comparti maggiormente presenti all’interno dell’indice sono quello finanziario (con un peso superiore al 30%), l’energia, la sanità. Sensibile anche la presenza di telecomunicazioni e beni di consumo non ciclici. Il criterio per l’assegnazione dei pesi all’interno dell’indice è quello della capitalizzazione di mercato aggiustata per il flottante.
Strategia:
Lo strumento è ideale per chi voglia investire su un indice europeo che garantisca anche un certo grado di diversificazione valutaria, essendo presenti all’interno oltre il 50% di titoli non riconducibili all’area della moneta unica. Considerata la diversificazione di portafoglio che riesce a garantire può costituire, da solo, buona parte di un portafoglio di investimento. La presenza sensibile di due settori difensivi come le telecomunicazioni e il farmaceutico lo rendono meno dipendente dal ciclo economico rispetto ad altri strumenti.
Fattori di rischio:
L’iShares STOXX Europe 50 Ucits ETF appare poco esposto all’andamento del ciclo economico per la presenza preponderante di società del comparto telecomunicazioni e farmaceutico. Buona anche la diversificazione del rischio cambio anche se rafforzamenti della sterlina o del franco svizzero nei confronti dell'euro potrebbero sfavorire il prodotto. L’Etf è mediamente esposto al rischio tassi di interesse e limitatamente a quello di incrementi del prezzo delle materie prime a causa della scarsa presenza di società appartenenti ai settori utility, auto e industriali. Un apprezzamento del petrolio potrebbe invece avere conseguenze favorevoli in considerazione del peso del comparto energetico all'interno del paniere di riferimento.

Sondaggi

Quale sarà il primo provvedimento economico del governo Conte?
Reddito di cittadinanza
Flat tax
Revisione legge Fornero
Aumento dell'iva
Revisione trattati europei

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]