Scheda ETF

Nome: Amundi Ftse Epra Eur Real Estate Ucits ETF

Dati principali

Nome: Amundi Ftse Epra Eur Real Estate Ucits ETF
Sottostante: Ftse Epra/Nareit Developed Europe
Mercato di riferimento: Real Estate
Emittente: AMUNDI Etf
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 354,65 EUR   Data: 19.10.2018   Massimo (giorno): 354,65   Minimo (giorno): 353,45

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,35%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
L'obiettivo dell'Amundi Ftse Epra Eur Real Estate Ucits ETF è di replicare il più esattamente possibile, sia al rialzo che al ribasso, l’andamento dell’indice Ftse Epra/Nareit Developed Europe, composto dalle più importanti società del settore immobiliare quotate in Europa.
Sintesi:
Questo Etf è destinato a un investitore che cerca una valorizzazione del suo capitale sul lungo termine, che vuole esporsi ai mercati azionari di società fondiarie e immobiliari quotate sui mercati regolamentati europei che hanno optato per un regime di trasparenza fiscale.
Indice sottostante:
L'indice Ftse Epra/Nareit Developed Europe è un indice azionario che consiste nell’offrire un’esposizione ai valori più importanti del settore immobiliare quotato in Europa.
Strategia:
L'Etf fa ricorso all'acquisto di un paniere di azioni appartenenti al settore immobiliare quotati sui mercati regolamentati europei.
Fattori di rischio:
Questo Etf è esposto innanzitutto al rischio azionario, cioè ai rischi di mercato legati alle evoluzioni delle azioni che compongono l'indice sottostante. Le variazioni dei mercati azionari possono quindi comportare delle importanti variazioni dell'attivo netto con un impatto negativo sul valore patrimoniale netto dell'Etf. Un altro rischio è legato ai cambi, derivante dall’evoluzione del rapporto di cambio tra sterlina ed euro. L’investitore si espone inoltre alle evoluzioni e alle caratteristiche precise del settore immobiliare.

Sondaggi

Quali effetti dopo la manovra del Governo che porta il deficit al 2,4%
Il provvedimento viene bocciato dalla Ue
Aumenta lo spread Btp/Bund
Il Governo conferma il provvedimento
Le agenzie di rating tagliano il giudizio
Non cambia nulla sui mercati
Cresce il consenso del Governo

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]