Scheda ETF

Nome: Ubs ETF - Msci Emerging Markets Ucits ETF (USD) A-dis

Dati principali

Nome: Ubs ETF - Msci Emerging Markets Ucits ETF (USD) A-dis
Sottostante: Msci Emerging Markets
Mercato di riferimento: Azionario Mercati Emergenti
Emittente: UBS
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 85,11 EUR   Data: 14.11.2018   Massimo (giorno): 85,11   Minimo (giorno): 85,11

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,45%
Armonizzato
Dividendo distribuito 1,1922 USD
Data stacco dividendo 31/7/2013
Descrizione e commento:
L'Ubs ETF - Msci Emerging Markets Ucits ETF (USD) A-dis replica l’andamento dell’indice Msci Emerging Markets, indice sui principali mercati azionari dei paesi emergenti a livello globale. L’Etf è indicato agli investitori che vogliano accedere all’investimento azionario in alcune tra le nazioni in via di sviluppo più interessanti. L’investimento è particolarmente indicato in un'ottica di diversificazione del portafoglio azionario. L’elevata volatilità del sottostante, infine, lo rende adatto ad un investimento con finalità di carattere speculativo anche nel medio e breve termine. Questo ETF fa parte della Classe “A” della gamma di UBS ETF, presentando quindi un TER standard e valore NAV standard. E' prevista la distribuzione dei dividendi su base semestrale. L'ETF utilizza un metodo di replica fisica dell’indice di riferimento e non fa dunque ricorso a derivati.
Sintesi:
Questo fondo a gestione passiva permette all’investitore di esporsi sui principali Paesi emergenti a livello globale. Lo strumento garantisce una efficace diversificazione del portafoglio.
Indice sottostante:
L'Msci Emerging Markets è composto da oltre 300 azioni quotate in una ventina di paesi in via di sviluppo. L’indice viene ricalcolato con cadenza trimestrale. L’allocazione geografica vede una presenza rilevante delle tigri asiatiche, con la Corea del Sud e Taiwan a fare la parte del leone. Rilevante anche il peso di Brasile, Messico, Cina e Russia. Il comparto che presenta il maggior peso è quello dei finanziari, seguito da energia, materiali, tecnologici e telecom.
Strategia:
Questo Etf è consigliato all’investitore che voglia assumere una piena esposizione sui mercati azionari emergenti mondiali. Lo strumento appare particolarmente indicato per effettuare un'efficace politica di diversificazione del portafoglio. E’ indicato nei momenti di forte espansione monetaria quando tassi di interesse particolarmente bassi spingono gli investitori ad alzare la domanda di investimento con caratteristiche di rischio più elevate. Viceversa l’avvio di una politica monetaria restrittiva potrebbe causare effetti negativi sul rendimento dell’Etf in quanto l’aumento della percezione del rischio potrebbe penalizzare le quotazioni dei paesi in via di sviluppo.
Fattori di rischio:
La notevole distribuzione geografica insita nell’investimento (i paesi rappresentati sono circa una ventina) garantisce una efficace diversificazione complessiva. Decisamente importante il rischio di cambio: l’investimento in questo strumento comporta una diretta esposizione alle fluttuazioni delle valute nazionali dei singoli titoli componenti l’indice sottostante. Alti tassi di interesse rappresentano un fattore negativo per l’investimento in questo tipo di strumento.

Sondaggi

Dopo il recente calo delle Borse Usa, cosa succederà a Wall Street?
Ci sarà rotazione settoriale
I titoli tech riprenderanno la corsa
Assisteremo a nuova flessione
Ci sarà una fase di consolidamento
E' il momento per le borse europee

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]