Scheda ETF

Nome: Lyxor UCITS ETF EuroMTS 10-15Y Investment Grade

Dati principali

Nome: Lyxor UCITS ETF EuroMTS 10-15Y Investment Grade
Sottostante: EuroMTS Investment Grade Eurozona Gov Bond 10-15years
Mercato di riferimento: Titoli di Stato
Emittente: Lyxor
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 208,45 EUR   Data: 14.8.2018   Massimo (giorno): 208,58   Minimo (giorno): 208,45

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,165%
Armonizzato Si
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
L’obiettivo del Lyxor UCITS ETF EuroMTS 10-15Y Investment Grade è quello di replicare l’indice sottostante Euromts 10-15y. Lo strumento è rivolto in particolare agli investitori interessati ad investire nelle obbligazioni governative dell’area euro che sono caratterizzate da una vita residua piuttosto lunga, compresa tra 10 e 15 anni. L’investitore domestico non è esposto in maniera diretta al rischio di cambio. Lo strumento non prevede lo stacco di un dividendo periodico; le cedole distribuite vengono infatti automaticamente reinvestite (total return).
Sintesi:
Il Lyxor UCITS ETF EuroMTS 10-15Y Investment Grade è rivolto a chi è interessato ad investire nelle obbligazioni governative dell’area euro con una vita residua piuttosto elevata, compresa tra 10 e 15 anni. L’investimento è altamente esposto al rischio di tasso di interesse. L’Etf, che non è esposto direttamente al rischio di cambio, può essere sfruttato per abbassare la rischiosità complessiva di un portafoglio finanziario.
Indice sottostante:
L’indice EuroMTS Investment Grade Eurozona Gov Bond 10-15years risulta composto da 13 titoli di stato di paesi appartenenti all’area euro. Il criterio di scelta dei titoli è basato sulla liquidità delle emissioni e prevede che i titoli abbiano una vita residua compresa tra dieci e quindici anni. I paesi emittenti risultano essere: Austria, Belgio, Francia, Grecia, Irlanda, Italia, Portogallo e Spagna. La composizione vede un peso predominante dei titoli italiani e francesi (entrambi con un peso di circa il 30%): seguono distanziati quelli austriaci, greci e belgi. Complessivamente l’investimento appare troppo concentrato su un numero contenuto di titoli: da sottolineare inoltre come i primi quattro titoli pesino per oltre il 60% dell’intero paniere.
Strategia:
Questo Etf è indicato all’investitore che vuole accedere ad un investimento diversificato nei titoli di stato dell’area euro assicurandosi un flusso di cedole relativamente elevato posizionandosi sulla parte lunga della curva dei tassi di interesse. L’investimento tende quindi a sfruttare l’erraticità del tasso ed appare molto esposto alla dinamica dei tassi. Proprio per questo motivo il rendimento dello strumento è fortemente condizionato da eventuali rialzi dei tassi di interesse. Complessivamente l’investimento può essere sfruttato per abbassare il livello di rischiosità di un portafoglio finanziario vista la bassa correlazione esistente tra mercato azionario e obbligazionario.
Fattori di rischio:
L’elevata durata dei titoli obbligazionari sui quali viene rivolto l’investimento fa sì che questo Etf sia altamente esposto al rischio collegato ai tassi di interesse. L’Etf risulta inoltre poco idoneo alle fasi di rafforzamento del ciclo economico internazionale quando le politiche monetarie delle banche centrali passano da espansive a restrittive. Il rendimento dell’Etf risente in maniera indiretta di eventuali aumenti dei costi di petrolio e materie prime: un rialzo di questi prodotti, infatti, si riflette solitamente in un aumento del tasso di inflazione che a sua volta, generalmente si traduce in un rialzo dei tassi di interesse che va a colpire il rendimento di questa tipologia di strumenti finanziari. L’investitore non risulta esposto ad alcun rischio diretto collegato al cambio, visto che l’investimento si rivolge esclusivamente a titoli quotati in euro.p

Sondaggi

Quale sarà il primo provvedimento economico del governo Conte?
Reddito di cittadinanza
Flat tax
Revisione legge Fornero
Aumento dell'iva
Revisione trattati europei

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]