Scheda ETF

Nome: UBS ETF Msci Emu Growth SF A-Acc

Dati principali

Nome: UBS ETF Msci Emu Growth SF A-Acc
Sottostante: MSCI EMU Growth TRN
Mercato di riferimento: Style
Emittente: UBS
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 244,75 EUR   Data: 15.6.2016   Massimo (giorno): 244,75   Minimo (giorno): 243,85

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,23%
Armonizzato
Dividendo distribuito
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
L'Ubs ETF Msci Emu Growth SF A-Acc replica un indice composto da azioni di società dell’area euro ad alto potenziale di crescita. Con tale strumento è quindi possibile godere di un vantaggio relativo nelle fasi espansive del mercato, quando gli operatori guardano maggiormente alle aspettative piuttosto che ai fondamentali. In fasi di flessione l’Etf si troverà però maggiormente esposto ai ribassi.
Questo ETF fa parte della Classe “A” della gamma di UBS ETF, presentando quindi un TER standard e valore NAV standard. Il fondo adotta una metodologia di replica sintetica investendo il proprio patrimonio in titoli e in strumenti finanziari derivati. Non viene distribuito alcun dividendo.
Sintesi:
Il fondo permette di prendere posizione su un paniere ben diversificato di azioni dell’area euro caratterizzate da potenziale di crescita più elevato della media. Il forte ruolo delle aspettative di crescita rende però lo strumento altamente volatile nell’ambito delle diverse fasi di mercato.
Indice sottostante:
L’indice Msci Emu Growth è un sottoinsieme del più largo indice Msci Emu che raggruppa oltre 200 blue chips dei paesi dell’area euro, da cui sono selezionate le azioni di società ad alto potenziale di crescita. La selezione avviene sulla base di indicatori che analizzano l’andamento nel tempo e in prospettiva degli utili per azione, dei ricavi per azione e dell’indicatore di crescita fondamentale.
Strategia:
I titoli growth presentano potenzialità di crescita superiori alla media, pertanto lo strumento può essere utilizzato per formare una vasta parte del portafoglio complessivo, nonostante gli stessi titoli contemplino solitamente un livello di rischio più alto della media.
Lo strumento, date le caratteristiche dei titoli presenti nell’indice sottostante, può dare luogo a sovraperformance in fasi espansive dei mercati, quando nella considerazione degli investitori assumono maggiore rilevanza le aspettative di crescita di un’azienda piuttosto che i suoi valori fondamentali.
Fattori di rischio:
L’Etf può risentire più della media di una fase di ribasso degli indici azionari europei. La concentrazione sull’area euro, pur riducendo drasticamente il rischio cambio (legato solo a un eccessivo apprezzamento dell’euro che renderebbe meno competitive le esportazioni), fa sì che la diversificazione geografica in altre aree del mondo sia assente. Questo determina inoltre, considerato il livello relativamente più alto dell’indebitamento aziendale nell’area euro, che lo strumento possa risentire negativamente di un incremento dei tassi d’interesse.

Sondaggi

Dopo il recente calo delle Borse Usa, cosa succederà a Wall Street?
Ci sarà rotazione settoriale
I titoli tech riprenderanno la corsa
Assisteremo a nuova flessione
Ci sarà una fase di consolidamento
E' il momento per le borse europee

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]