Scheda ETF

Nome: iShares Euro Stoxx Mid Ucits ETF

Dati principali

Nome: iShares Euro Stoxx Mid Ucits ETF
Sottostante: Euro Stoxx Mid
Mercato di riferimento: Azionario Mid Cap
Emittente: iShares
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 52,83 EUR   Data: 14.12.2018   Massimo (giorno): 52,83   Minimo (giorno): 52,81

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,40%
Armonizzato Si
Dividendo distribuito 0,0703 EUR
Data stacco dividendo 27/11/2013
Descrizione e commento:
L’iShares Euro Stoxx Mid Ucits ETF replica l’indice Euro Stoxx Mid, composto da titoli azionari a media capitalizzazione dell’area euro. E' un Etf altamente diversificato che punta su società dalle elevate potenzialità di crescita. L’elevata diversificazione settoriale e l’assenza di un rischio di cambio diretto per l’investitore italiano ne fanno uno strumento interessante per investimenti di medio/lungo periodo.
Sintesi:
L’iShares Euro Stoxx Mid Ucits ETF garantisce un investimento mirato nei titoli azionari a media capitalizzazione dei Paesi dell’area euro. La diversificazione settoriale è buona e il rischio cambio è quasi totalmente assente. E’ indicato per investimenti di medio/lungo periodo, e risulta premiante in periodi di forte e stabile espansione economica.
Indice sottostante:
L'indice Eurostoxx Mid é composto da circa 100 azioni di società a media capitalizzazione dell’area euro scelte sulla base del flottante di mercato. L’indice viene aggiornato e ribilanciato trimestralmente. L’allocazione geografica vede una prevalenza di imprese francesi seguite da tedesche, italiane, spagnole, olandesi e finlandesi. Il settore più pesante è quello finanziario seguito dal comparto industriale.
Strategia:
L'investimento nell’iShares Euro Stoxx Mid è finalizzato a sfruttare le potenzialità dei titoli a media capitalizzazione. Lo strumento ha un rischio più elevato della media e, data la diversificazione settoriale e geografica del sottostante, può essere utilizzato singolarmente o per diversificare il proprio portafoglio. L’Etf offre le migliori performance in fasi di sostenuta e stabile crescita economica a causa del peso elevato dei settori dotati di un elevato grado di ciclicità.
Fattori di rischio:
Lo strumento, per il rilevante peso degli industriali, appare poco premiante in fasi di rallentamento dell’economia dell’area euro e in presenza di forti spinte inflazionistiche. Il rischio legato al rialzo dei tassi di interesse non è elevato in quanto le società che compongono l'indice hanno un livello di indebitamento non eccessivo. Il peso rilevante di industriali ed utility implica effetti negativi a fronte di sostenuti rialzi dei prezzi di materie prime ed energia mentre il peso contenuto dei titoli del comparto energetico mitiga solo parzialmente gli effetti dei rialzi del prezzo del petrolio. Il cambio non è una componente di rischio particolarmente rilevante. Il grado di internazionalizzazione di queste società è infatti relativamente contenuto. L’investitore europeo inoltre non è esposto in maniera diretta al rischio valuta in quanto le società sono quotate esclusivamente in euro.

Sondaggi

Dopo il recente calo delle Borse Usa, cosa succederà a Wall Street?
Ci sarà rotazione settoriale
I titoli tech riprenderanno la corsa
Assisteremo a nuova flessione
Ci sarà una fase di consolidamento
E' il momento per le borse europee

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]