Scheda ETF

Nome: iShares Msci Usa Large Cap Ucits ETF

Dati principali

Nome: iShares Msci Usa Large Cap Ucits ETF
Sottostante: MSCI USA Large Cap TRN
Mercato di riferimento: Azionario Usa
Emittente: iShares
Prospetto Informativo

Valori
Ultimo Valore: 148,6 EUR   Data: 30.7.2014   Massimo (giorno): 148,6   Minimo (giorno): 148,6

Rendimento %
Da inizio anno
3 mesi
6 mesi
12 mesi
36 mesi
  val.
Costi gestione annui 0,22%
Armonizzato
Dividendo distribuito No
Data stacco dividendo
Descrizione e commento:
L’Etf replica l’andamento dell’indice azionario statunitense MSCI USA Large Cap, che comprende i titoli del mercato statunitense a più elevata capitalizzazione e che prevede il reinvestimento dei dividendi distribuiti.

Sintesi:
Lo strumento offre l’opportunità di investire nei titoli più importanti del mercato azionario statunitense, con un indice che si propone di riflettere il rendimento del mercato azionario Usa sulla base del rendimento complessivo, ovvero con il reinvestimento dei dividendi netti.
Indice sottostante:
L’MSCI USA Large Cap è un indice calcolato in dollari, che comprende i 300 titoli a maggiore capitalizzazione quotati alla Borsa di New York. L’indice è di tipo total return pertanto non verranno distribuiti i dividendi staccati dalle società incluse nel paniere ma saranno reinvestiti all’interno del fondo. I settori più rappresentativi sono quello tecnologico (19% del paniere), finanziario (15%) e farmaceutico (13,6%).
Strategia:
L'investimento in questo fondo a gestione passiva è finalizzato a sfruttare le potenzialità ed il posizionamento delle maggiori società quotate sulla borsa di New York. Lo strumento si configura pertanto come una valida opportunità per investire su titoli statunitensi a larga capitalizzazione, con un’alta rappresentatività dell’intero mercato. E’ inoltre possibile esporsi almeno in parte all’andamento del comparto tecnologico e finanziario.

Fattori di rischio:
Oltre al rischio implicito nell’andamento dell’indice, altri rischi sono identificabili nell’assenza di diversificazione geografica e soprattutto in possibili variazioni del tasso di cambio euro-dollaro. L’indice sottostante è infatti denominato in dollari statunitensi, pertanto un deprezzamento della valuta americana nei confronti dell’euro si rivelerebbe negativo per un investitore italiano. Occorre inoltre considerare che le società appartenenti all’indice producono buona parte dei loro ricavi all’estero, e nel caso di un apprezzamento della divisa americana possono risentire di esportazioni statunitensi che diventano meno convenienti per i consumatori mondiali.

Sondaggi

Da quali schieramenti sarà composto il nuovo governo?
Centro destra + Centro Sinistra
Movimento 5 Stelle + Lega
Movimento 5 Stelle + Centro Sinistra
Centro destra + Movimento 5 Stelle

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]