Shutdown già finito, Ftse Mib punta ai massimi decennali

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

L'angolo del trader

23 gennaio 2018 - 08:57

MILANO (Finanza.com) E' durato il breve volgere di un weekend lungo il tanto temuto shutdown statunitense, ossia la chiusura di alcune amministrazioni federali negli Stati Uniti. Ieri sera i democratici del Senato hanno accettato di votare per finanziare il governo fino all'8 febbraio. Accordo transitorio, in parte deludente, favorito dalla promessa da parte dei Repubblicani che entro quella data verrà presentato un progetto di legge per risolvere il problema dei “dreamers”, i migranti arrivati negli Stati Uniti irregolarmente da bambini. "Si tratta di una non-soluzione che, oltre a basarsi su premesse velleitarie, per stessa ammissione di alcuni esponenti democratici, non presenta alcun progresso tra le parti sulla materia del contendere, ma ha l’unico pregio di offrire altre 3 settimane di tempo per le negoziazioni", argomenta Giuseppe Sersale, Strategist di Anthilia Capital Partners Sgr.

La notizia ha comunque sostenuto i listini asiatici, con la Borsa di Tokyo che ha chiuso in rialzo dell'1,29% a 24.124,15 punti, salendo al record dal 1991, in scia ai nuovi record di Wall Street. Ieri sera i tre principali indici statunitensi hanno infatti aggiornato i massimi storici sotto la spinta anche di solide trimestrali "e sull’impatto su economia e profitti della riforma fiscale (ed eventuale piano di spesa pubblica), e sulla deregulation", aggiunge Sergale.

Si prevede quindi un avvio di seduta in deciso rialzo per Piazza Affari e le altre Borse europee. L'indice Ftse Mib è atteso a cavallo di quota 24 mila punti, vilevvo che non tocca dal luglio 2015 e che se superato con decisione porterebbe l'indice all'attacco dei massimi dal lontano 2008.

Tra gli eventi di giornata si segnala l'avvio del tradizionale World economic forum di Davos, mentre a Bruxelles è in calendario una riunione dell'Ecofin a cui parteciperà per l'Italia il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan. Tra i dati macro in arrivo il sondaggio Zew dalla Germania.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Annunci pubblicitari

Quale sarà il primo provvedimento economico del governo Conte?
Reddito di cittadinanza
Flat tax
Revisione legge Fornero
Aumento dell'iva
Revisione trattati europei

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]

Finanza.com_notizie