Tweet Trump su Turchia affossa mercati. Ftse Mib -2%, UniCredit paga controllo Yapi Kredi con -4%

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Laura Naka Antonelli

10 agosto 2018 - 15:18

MILANO (Finanza.com)

Piazza Affari peggiora dopo l'accelerazione ribassista che colpisce la lira turca, che è stata scatenata dal tweet con cui il presidente americano Donald Trump ha reso nota l'intenzione di raddoppiare i dazi doganali sui metalli che gli Usa importano dalla Turchia.

"Ho appena autorizzato di raddoppiare le tariffe sull'acciaio e l'alluminio verso la Turchia, visto che la loro valuta, la lira turca, scivola rapidamente contro il nostro dollaro molto forte! (I dazi) sull'alluminio saranno ora del 20% e quelli sull'acciaio del 50%. Le nostre relazioni con la Turchia non sono buone in questo momento!".

L'indice Ftse Mib cede più del 2%, a 21.137,85 punti, con UniCredit che scivola di oltre -4%, a 13,792. Come riporta il "Financial Times", la Bce sarebbe molto preoccupata per il rischio contagio sugli istituti di credito europei e anche se la situazione non è ancora del tutto precipitata deve essere monitorata da vicino. UniCredit detiene il controllo della banca turca Yapi Kredi.

La lira turca crolla al nuovo minimo record, scivolando del 14% contro il dollaro a 6,26. Occhio anche alle forti perdite dell'ETF che replica l'azionario del paese: l'iShares Turkey ETF crolla del 13,8%, con un tonfo che da inizio anno è pari a -42,3%.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]