EasyJet: scattata la ricerca di un nuovo ceo al posto di McCall. Verso nuova società in Austria per effetto Brexit

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Daniela La Cava

17 luglio 2017 - 09:38

MILANO (Finanza.com)

Ancora una giornata sotto i riflettori per EasyJet, fuori e dentro la City. A distanza di qualche giorno dall'annuncio dell'apertura di una nuova società in Austria, ecco che la compagnia aerea low cost britannica è alle prese con un cambio della guardia nel board. Intanto sulla Borsa di Londra il titolo EasyJet mostra una flessione dello 0,7 per cento.

Il gruppo londinese ha infatti comunicato al mercato che l'amministratore delegato Carolyn McCall lascia la guida del vettore low cost per approdare in ITV Plc, emittente britannica che sta tagliando posti di lavoro e riducendo i costi in risposta alla diminuzione delle vendite pubblicitarie. McCall lascerà EasyJet verso la fine dell'anno e arriverà a ITV a partire dal prossimo 8 gennaio. È già scatta la ricerca di un successore, ha detto la compagnia aerea di Luton. "Dopo sette anni, l'opportunità di ITV è sembrata come quella giusta da prendere", ha dichiarato McCall.

Effetto Brexit: l’Austria è l’alternativa in Europa
Non solo il mondo finanziario è in cerca di nuove sedi in vista della Brexit, ma anche altre società si sono messe in moto. Tra queste EasyJet. La società si appresta a dare vita a una nuova società all'interno dell'Unione europea. La scelta è ricaduta sull'Austria, dove verrà creata EasyJet Europe. Per EasyJet è indispensabile ottenere un certificato di volo (Aoc) in uno stato dell'Unione europea per poter continuare a volare tra i Paesi Ue nel dopo Brexit, mantenendo quindi tutti i diritti di volo. "Il processo di accreditamento è in corso e speriamo di ricevere l’Aoc nel breve", si legge in una nota.
Una volta ottenuta l'autorizzazione, EasyJet Europe avrà quartier generale a Vienna e permetterà alla compagnia low cost di continuare a operare sia in Europa sia a livello nazionale nei Paesi europei dopo che il Regno Unito avrà lasciato l'UE. E questo avverrà, sottolinea la società, indipendentemente dall'esito dei colloqui su un futuro accordo Regno Unito e Unione europea sul settore dell'aviazione.

Tutte le notizie su: easyjet, Brexit

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]