Eni, Tesoro valuta cessione di quota 2,15% per 1 miliardo

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Titta Ferraro

7 novembre 2017 - 09:29

MILANO (Finanza.com)

Il Ministero dell'economia e delle finanze sta valutando la cessione di parte della partecipazione residua detenuta in Eni. La partecipazione che il Mef ha nel colosso del cane a sei zampe è pari al 4,34%. Secondo quanto appreso da indiscrezioni stampa e in particolare da Il Sole 24 Ore, il Mef starebbe vagliando la cessione del 2,15% di Eni a Cdp per un valore di 1 miliardo. Al vaglio ci sarebbe anche la cessione a Cdp del 53 per cento di Enav. Cessioni che rientrerebbero nell'ambito di un piano volto a incassare, entro la fine dell'anno, tra i 2,5 e i 3 miliardi. L'obiettivo è ottenere il massimo possibile a breve per abbattere il debito pubblico.

Il Tesoro starebbe valutando possibili mosse anche sulle partecipazioni che detiene in altre società, come STMicroelectronis, Leonardo, Poste Italiane ed Enel.

Tutte le notizie su: eni

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]