Scandalo Cambridge Analytica: Altroconsumo avvia class action contro Facebook

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Alessandra Caparello

10 ottobre 2018 - 17:42

MILANO (Finanza.com)

Altroconsumo avvia class action contro Facebook. L’associazione dei consumatori ha raccolto oltre 28mila adesioni contro il social network in merito allo scandalo di Cambridge Analytica. L’organizzazione contesta a Facebook la violazione della privacy e la mancata trasparenza delle informazioni al consumatore al momento della registrazione, come rilevato anche dall'Antitrust che ha aperto un procedimento.

Per questo Altroconsumo chiede un risarcimento di oltre 285 euro - per ciascun aderente per ogni anno di registrazione Facebook - per i danni subiti: il mancato guadagno del consumatore per lo sfruttamento economico dei dati personali da parte di Facebook e per l’indebito utilizzo di informazioni riservate e dei dati sensibili per finalità commerciali.
Commenta Ivo Tarantino, Responsabile relazioni esterne di Altroconsumo: “È intollerabile che Facebook continui ad avere delle clamorose falle nel sistema di sicurezza della propria piattaforma, dimostrando in maniera sempre più evidente di non riuscire a proteggere i dati dei propri utenti. La nostra organizzazione è impegnata sul fronte della protezione dei dati e della tutela dei diritti dei consumatori in rete. Oggi la nostra azione contro Facebook prende sempre più corpo, anche alla luce dell’ultimo data breach”.

Tutte le notizie su: facebook, altroconsumo

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]