Poste Italiane: nuovo corso con Del Fante, verso ridefinizione strategie e rinvio collocamento

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Daniela La Cava

20 marzo 2017 - 10:45

MILANO (Finanza.com)

Poste Italiane rimane al centro dei riflettori a Piazza Affari in scia alle nuove nomine ai vertici, ma anche per la questione (soprattutto per i tempi) della privatizzazione del 30% ancora nelle mani del Tesoro, prevista per l'estate e che potrebbe subire un ulteriore rinvio (approfondisci la notizia). Attualmente, il ministero detiene il 29,30% del capitale di Poste Italiane e attraverso Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) un'ulteriore quota del 35%.

In attesa di nuovi sviluppi sul nuovo collocamento, oggi si guarda al cambio al vertice del gruppo che vede l'uscita dell'attuale a.d. Francesco Caio, malvisto soprattutto all'ex premier Matteo Renzi per il mancato impegno nel salvataggio di Mps. Al suo posto il ministero dell'Economia e delle Finanze (Mef) ha indicato Matteo Del Fante, attuale numero uno di Terna. Maria Bianca Farina, a.d. di Poste Vita, si prepara alla nomina di presidente di Poste, la cui assemblea è prevista per il 27 aprile.
"Abbiamo apprezzato il lavoro di Caio nella ristrutturazione del gruppo per la capacità di aver saputo identificare e attuare opzioni di crescita in altri business. D’altra parte, Del Fante vanta un ottimo track record in Terna". Questo il commento di Equita, che conferma la raccomandazione d'acquisto (rating buy) sul titolo Poste. "Pensiamo che il cambio al vertice possa fare differire il placement su Poste visto che è ragionevole immaginare che il nuovo vertice ridefinisca le strategie aziendali", aggiungono dalla sim milanese.

Designati anche i candidati ai consigli di amministrazione di Enav, Enel, Eni e Leonardo

Per quanto riguarda Leonardo (ex Finmeccanica) Alessandro Profumo prenderà il posto di Mauro Moretti. Confermati i vertici delle big dell'energia di Piazza Affari, Eni ed Enel. Quanto all'Enav, la cui assemblea è convocata per il 28 aprile, è stata confermata l'a.d. Roberta Neri, mentre Roberto Scaramella sarà il nuovo presidente.

Il Tesoro si è soffermato anche su Terna, ricordando che "le nomine spettano al consiglio di amministrazione della Cassa depositi e prestiti, e che "le proposte dei vertici CDP saranno coerenti con i criteri seguiti dal Governo nelle nomine di propria competenza". Alla guida del gruppo, operatore di reti per la trasmissione dell'energia elettrica, è atteso Luigi Ferraris (attuale direttore finanziario di Enel, ha seguito l'Ipo della società nel 2004).

Vai alle quotazioni di:

Notizie su Enel

Notizie su Eni

Rumors su Eni

Notizie su Poste Italiane

Notizie su Leonardo

Notizie su Terna

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]