Piazza Affari depressa da Fed più hawkish delle attese, corre ancora Poste

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Titta Ferraro

14 giugno 2018 - 09:13

MILANO (Finanza.com)

Primi scorci di giornata in affanno per Piazza Affari che si uniforma al cattivo umore delle Borse all'indomani della Fed. La banca centrale statunitense ha alzato come da attese i tassi di un quarto di punto percentuale, risultando però più aggressiva del previsto nel suo outlook sui tassi. I dot plots indicano infatti la possibilità di altre due ulteriori strette monetarie entro la fine dell'anno e tre nel 2019. Riviste al rialzo le previsioni su crescita e inflazione.

Dopo i primi minuti di contrattazioni l'indice Ftse Mib segna un calo dello 0,37% a quota 22.133 punti. Segno meno in avvio per il settore bancario. Tra le big spiccano i cali di Intesa Sanpaolo (-0,8%) e Unicredit (-0,54%). Lieve segno più invece per Bper (+0,32%).

Poste Italiane si muove bene dopo i primi scambi (+0,99%) dando seguito all'ascesa di ieri in scia all'accordo con Amazon per la consegna di prodotti e-commerce sul territorio nazionale.

Oggi riflettori sulla Bce. Non è attesa nessuna novità sul pronte tassi con repo rate fermo a zero. Nell'ultima settimana sono però aumentate le attese per un possibile annuncio circa la fine del quantitative easing, che ad oggi prevede acquisti per 30 mld di euro al mese fino a settembre.

Tutte le notizie su: piazza affari

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]