Pagamenti: il futuro dell'e-commerce sarà la subsciption? Arriva un nuovo modo per pagare gli abbonamenti

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Valeria Panigada

4 maggio 2017 - 13:29

MILANO (Finanza.com)

Dallo streaming di musica e video al car sharing, fino alle utenze. Le nuove tendenze di consumo vedono aumentare la propensione all'utilizzo di servizi e prodotti in abbonamento, senza acquistare il prodotto in maniera definitiva ed eslcusiva, in una filosofia di meno possesso e più accesso. E' la nuova evoluzione del mercato battezzata subscription economy o economia della sottoscrizione, che prendendo origine dall'e-commerce sta crescendo a ritmi sostenuti anche in Italia prefiggendosi come una delle prossime frontiere del consumo. 
A dettare le nuove regole sono soprattutto i millennials e i post-millennials (i giovani nati tra il 1995 e il 2000), vale a dire le nuove generazioni di consumatori più digitali e flessibili. Ma più in generale la sempre maggiore familiarità con l'e-commerce e i pagamenti online.

Italia, mercato dalle grandi potenzialità
Secondo una ricerca condotta in sei Paesi europei da Elabe per conto di SlimPay, oggi il 74% degli italiani ha sottoscritto almeno un abbonamento (si pensi a quello telefonico per lo smartphone, oppure alla palestra o al car sharing), contro l'85% delle media europea. Mentre oltre la metà dei consumatori italiani ha attivato tra 2 e 5 abbonamenti. Numeri già significativi e che cresceranno ulteriormente in un contesto in cui i consumatori europei pensano di raddoppiare il numero delle sottoscrizioni di abbonamenti in tutti i settori merceologici.

Telefonia, utilities e polizze in pole position
Attualmente in Italia più della metà (il 59%) dei consumatori utilizza l'addebito diretto sul conto corrente per pagare le bollette di telefonia, vale a dire quelle per il noleggio e l'utilizzo dello smartphone, Adsl, Tv e applicazioni varie, oltre che per saldare i consumi di luce e gas (il 51%). Non solo. Anche per liquidare le rate di polizze e assicurazioni (il 30%). Tuttavia, in base alle proiezioni della ricerca, esiste un alto potenziale di crescita anche in altri ambiti. La maggioranza degli italiani (il 52%), infatti, si dichiara disposto a pagare le tasse tramite addebito diretto, mentre il 36% pagherebbe secondo queste modalità anche i trasporti e il 29% l'affitto.

Arriva in Italia SlimPay, un nuovo metodo per pagare gli abbonamenti
In un contesto di espansione della subscription economy, ecco che anche i metodi di pagamento si devono evolvere per cercare di semplificare al massimo la fase di pagamento, che risulta essere quella meno piacevole. A livello istituzionale l'ultima facilitazione è arrivata con la Sepa (la Single Euro Payments Area, ossia l'Area Unica dei Pagamenti in Euro), il cui obiettivo è quello di offrire la possibilità di pagare in euro nella Ue senza più differenze tra pagamenti nazionali ed europei con la stessa facilità e sicurezza con cui vengono eseguiti nei singoli Paesi. Ma i maggiori sforzi si vedono a livello di singole iniziative. Tra le ultime SlimPay, una fintech francese specializzata nei pagamenti ricorrenti tramite addebito diretto sul conto corrente, che da oggi è sbarcata anche in Italia. Ciò che offre è quello di poter effettuare pagamenti per gli acquisti ricorrenti (come può essere l'abbonamento del treno o alla palestra, le bollette o il canone del proprio smartphone) in maniera più semplice, veloce e sicura e senza commissioni per il cliente, in alternativa al bonifico o alla carta di credito.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]