Osservatorio PrestitiOnline, Casa e auto continuano a guidare le scelte degli italiani

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Gloria Valdonio

14 novembre 2017 - 13:03

MILANO (Finanza.com)

v> 
 
 
 
Il termometro mensile dei prestiti personali conferma che anche nel mese di ottobre i più richiestii dagli italiani sono stati quelli legati alla casa e, a seguire, all'automobile. Nel dettaglio, come emerge dall'Osservatorio di PrestitiOnline.it (il sito di comparazione di prodotti di credito al consumo in Italia che fa capo al Gruppo MutuiOnline), il 34,9% dei prestiti è finalizzato alla ristrutturazione della casa, il 14,9% all’arredamento, mentre il 20% è finalizzato all’acquisto dell’auto usata e il 9,3% all’acquisto dell'auto nuova o a chilometro zero.
Al gruppo di testa fanno seguito altri prestiti, di importo minore, come le  spese mediche (2,3%), le spese per hobby e vacanze (1,8%), per matrimoni e cerimonie (1,2%) e per l’acquisto di smartphone, pc e altri dispositivi elettronici (0,2%).

 Importo in lieve aumento
 
Quanto all’ importo medio erogato, nel mese di ottobre, si è attastato a 11,454 euro, solo in lieve aumento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (11,328 euro). Mentre il taglio dei prestiti erogati ha riguardato nel 29,5% dei casi un importo compreso tra 5.000 e  10.000 euro per una durata del finanziamento di 60 mesi nel 19,4% dei casi.
Da un punto di vista geografico, poi, il Nord si aggiudica il 41,9% dei prestiti concessi. Stabile il Centro Italia con il 22,2% dei prestiti. Mentre il Sud e le isole hanno registrato un calo (35,9%) rispetto al 38% del secondo semestre 2016.

 Profilo del debitore

Quanto alla fascia di età, prevalgono gli italiani tra 36 e 45 anni, che rappresentano il 38,6% delle concessioni di prestiti, seguiti - con il 27,2% - dalla fascia tra 46 e 55 anni, e dai giovani tra 18 e 25 anni (19%). Da sottolineare infine che ben l’86,3% dei prestiti è stato erogato a lavoratori con contratto a tempo indeterminato e che predomina (il 49,7%) la classe di reddito compresa tra 20mila e 30mila euro.
 

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Ultime notizie

Ultime dai Blog

15.1.2018 14:47 - mikelsfinanza
WALL STREET: cala la pressione rialzista dei Large Traders

La forte pressione speculativa che ha dominato nelle ultime settimane sembra in via di esaurimento. I Large Traders dimezzano i Net Long e lanciano un segnale chiaro. Pausa di

Oggi, 17:41 - gianca60
Setup e Angoli di Gann: FTSE MIB INDEX 17 Gennaio 2018

Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) ) [ uscita rialzista ] prossimo 2019/2020 Setup Mensile: ultimo Dicembre (range 21833 / 22838 ) [ in

Oggi, 12:27 - wizard56borse-it
ANALISI DI LUNGO PERIODO SUL DAX E ANALISI FTSEMIB SUL MEDIO PERIODO – Analista Simone Rubessi

Riprendiamo dall’analisi del Futures Dax sul lungo periodo che, contrariamente al nostro Futures, presenta una situazione molto più lineare con molte meno fusioni cicliche. L’altro aspetto che fa riflettere è


Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]