Osservatorio PrestitiOnline, Casa e auto continuano a guidare le scelte degli italiani

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Gloria Valdonio

14 novembre 2017 - 13:03

MILANO (Finanza.com)

v> 
 
 
 
Il termometro mensile dei prestiti personali conferma che anche nel mese di ottobre i più richiestii dagli italiani sono stati quelli legati alla casa e, a seguire, all'automobile. Nel dettaglio, come emerge dall'Osservatorio di PrestitiOnline.it (il sito di comparazione di prodotti di credito al consumo in Italia che fa capo al Gruppo MutuiOnline), il 34,9% dei prestiti è finalizzato alla ristrutturazione della casa, il 14,9% all’arredamento, mentre il 20% è finalizzato all’acquisto dell’auto usata e il 9,3% all’acquisto dell'auto nuova o a chilometro zero.
Al gruppo di testa fanno seguito altri prestiti, di importo minore, come le  spese mediche (2,3%), le spese per hobby e vacanze (1,8%), per matrimoni e cerimonie (1,2%) e per l’acquisto di smartphone, pc e altri dispositivi elettronici (0,2%).

 Importo in lieve aumento
 
Quanto all’ importo medio erogato, nel mese di ottobre, si è attastato a 11,454 euro, solo in lieve aumento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (11,328 euro). Mentre il taglio dei prestiti erogati ha riguardato nel 29,5% dei casi un importo compreso tra 5.000 e  10.000 euro per una durata del finanziamento di 60 mesi nel 19,4% dei casi.
Da un punto di vista geografico, poi, il Nord si aggiudica il 41,9% dei prestiti concessi. Stabile il Centro Italia con il 22,2% dei prestiti. Mentre il Sud e le isole hanno registrato un calo (35,9%) rispetto al 38% del secondo semestre 2016.

 Profilo del debitore

Quanto alla fascia di età, prevalgono gli italiani tra 36 e 45 anni, che rappresentano il 38,6% delle concessioni di prestiti, seguiti - con il 27,2% - dalla fascia tra 46 e 55 anni, e dai giovani tra 18 e 25 anni (19%). Da sottolineare infine che ben l’86,3% dei prestiti è stato erogato a lavoratori con contratto a tempo indeterminato e che predomina (il 49,7%) la classe di reddito compresa tra 20mila e 30mila euro.
 

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Ultime notizie

Ultime dai Blog

20.10.2018 15:13 - dream-theater
ITALIA e il taglio del rating di MOODY’S: il downgrade, la minaccia, la ricetta

Il rating per l’Italia è cambiato per Moody’s. Restiamo però investment grade e l’outlook ci viene lasciato neutrale. Nel male, credetemi, poteva andarci molto peggio. Quanto ha fatto Moody’s

19.10.2018 22:24 - dream-theater
TRENDS 2.0.97: INTERMARKET DOCET!

Lasciamo da parte la complicata situazione italiana e chiediamo all'analisi intermarket un aiuto su quanto sta accadendo sui mercati finanziari. E la risposta ci viene data in modo

19.10.2018 14:48 - dream-theater
RATING: il downgrade Italia avrà effetti a valanga sulle banche italiane

Nel post di prima abbiamo parlato della grande sfida che vede di fronte il governo italiano, le agenzie di rating e Unione Europea. All’interno di questa sfida, come vi ho


Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]