Damiani, ok a delisting da Piazza Affari: famiglia torna a essere unica proprietaria

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Daniela La Cava

19 marzo 2019 - 16:30

MILANO (Finanza.com)

Damiani ottiene il delisting da Piazza Affari, con la famiglia che torna a essere proprietaria unica della società. La famiglia ha infatti superato il 96% di possesso del titolo dopo l’Opa (Offerta pubblica di acquisto) lanciata a fine dicembre 2018. Il corrispettivo dell’offerta, che è stato pari a 0,855 euro per azione, incorporava un premio del 5,04% rispetto al valore di chiusura della Borsa di Milano registrato il 27 dicembre 2018.

Con una scadenza dell’Opa inizialmente prevista per il 27 febbraio, Damiani, in accordo con Consob e Borsa Italiana, ha prorogato il termine d’adesione al 15 marzo, per consentire al maggior numero di azionisti di potere liquidare il proprio investimento. Concluso il delisting, il gruppo lascia Piazza Affari, dove era sbarcato nel 2007, e si ricompatta garantendo maggiore stabilità rispetto alle dinamiche del mercato azionario.

"Tale sforzo finanziario compiuto dalla famiglia Damiani permette di consolidare il processo di espansione che il gruppo ha avviato negli ultimi anni, definendo un network di 63 boutique dirette nel mondo, di cogliere eventuali opportunità di sviluppo e di crescita sia in Italia che all’estero, così come di poter disporre di maggiore libertà d’azione riguardo a operazioni straordinarie", spiega la società in una nota.


Tutte le notizie su: damiani

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]