Wall Street: previsto avvio in calo su tensioni geopolitiche, focus su Snap

  • rss
  • Dillo su Twitter!
  • Mi piace
  • commenti
  • font +
  • font reset
  • font -
  • stampa

Aspettando il dow

11 agosto 2017 - 14:23

MILANO (Finanza.com) Le tensioni tra Stati Uniti e Corea del Nord rimangono in primo piano sui mercati finanziari mondiali, Wall Street compresa. Si è accesa e rimane accesa la spia "risk o" sui mercato con le vendite concentrate sui mercati azionari e gli acquisti verso i beni rifugio, come l'oro e lo yen.
E anche oggi le vendite dovrebbero caratterizzare la giornata di scambi a Wall Street. Lo segnala già l'andamento dei future sulla Borsa americana che in attesa dell'opening bell (la campanella suonerà alle 15.30 ora italiana) si muovono in territorio negativo: il contratto sull'S&P 500 e quello sul Dow Jones cedono rispettivamente lo 0,27% e lo 0,17%, mentre il future sul Nasdaq lascia sul terreno quasi lo 0,4 per cento.

A livello macro, il market mover di oggi è l'inflazione negli Stati Uniti. Il dato è infatti monitorato da vicino, significativo in ottica delle future mosse della Federal Reserve (Fed).

A livello societario da monitorare il titolo Snap che nel pre-mercato cede quasi il 13,6% dopo la trimestrale che ha evidenziato una perdita che è lievitata, mentre i ricavi e il numero di utenti sono aumentanti ma al di sotto delle attese. Nel secondo trimestre dell’anno Snap ha visto la perdita netta attestarsi a 443,1 milioni di dollari contro il risultato negativo per 115,9 milioni di un anno prima. Nel trimestre chiuso a fine giugno il giro d'affari è salito del 153% a 181,7 milioni di dollari rispetto ai 71,8 milioni registrati nell'analogo periodo nel 2016, deludendo però le aspettative ferme a 185,8 milioni. Gli utenti attivi sono cresciuti del 21% a 173 milioni dai 143 milioni del secondo trimestre 2016, ma si sono mantenuti sotto quota 175 milioni pronosticata dagli analisti interpellati da Bloomberg.

Lascia un commento

per poter lasciare un commento è prima necessario eseguire il login

Annunci pubblicitari

Cosa potrà succedere in Spagna dopo il referendum in Catalogna?
La Catalogna si separa dalla Spagna
Verrà concessa maggiore autonomia
Nuovo referendum
Non cambia nulla
Si apre stagione di tensione

Brown Editore S.r.l. - Viale Sarca, 336 Edificio 16 - 20126 Milano - Tel. 02-677 358 1 - P. IVA 12899320159 - e-mail: [email protected]

Finanza.com_notizie